Le avventure di uno YouTuber mancato (4)

Le avventure di uno YouTuber mancato (4)

[Prima parte | Seconda parte | Terza parte ]

Quarta e ultima parte.

Completata un'accurata playlist nella descrizione del video, ho premuto il pulsante Salva. Qualcosa, però, non ha funzionato. Ho riprovato più volte, ma niente da fare. Non riuscivo a capire cosa stesse accadendo, quando mi è comparso un messaggio, in grassetto su sfondo rosso, affinché risultasse ancor più minaccioso, in cui mi si comunicava che il mio video era stato rimosso, senza ulteriori spiegazioni.

Dopo un po' ho ricevuto una mail, in cui YouTube mi informava che il video era stato rimosso perché in contrasto con generiche linee guida della famosa Community. Con grande benevolenza, non mi era stato applicato lo strike e, se pensavo che si fosse trattato di un errore, avrei potuto presentare appello. E certo che pensavo si fosse trattato di un errore!

Però, prima di fare appello (non si sa mai cosa può succederti), cerco conforto fra gli utenti del forum, cui spiego l'accaduto. Mi viene risposto da un utente più informato di me, che mettere dei link nella descrizione, anche se puntano all'interno del video e non mandano via gli utenti da YouTube, viene considerato spam. Perché? Non è dato sapere.

Forte di questa informazione, mi decido, anche se ancora con un po' di timore, a presentare l'appello, sicuro che, una volta spiegato come erano andate le cose, il video sarebbe stato ripristinato. Tanto per sottolineare la mia buona fede, mi sono anche scusato per aver tentato di mettere dei link ai vari brani del video, spiegando che l'intento era di dare un servizio in più alla Community. Vergognandomi di me stesso, ho promesso anche di non farlo mai più, come un bambino dopo una birichinata.

Il giorno seguente vado su YouTube, sicuro di ritrovare di nuovo il video al suo posto, ma mi sbagliavo. Mi compare, invece, un'intimidatoria schermata in cui si dice che il mio appello è stato respinto, sempre per non meglio specificati motivi legati alle sacre linee guida della Community. Ma, questa volta, non hanno avuto nessuna pietà e mi hanno applicato anche il temutissimo strike. Forse perché avevo osato appellarmi?

Vi risparmio la sequela di imprecazioni. Ma come, dopo tutta la trafila per la questione del copyright che non esisteva, mi dite solo ora che il video viola le linee guida? Potevate almeno dirmelo prima! E soprattutto dirmi quali linee guida ho violato, altrimenti potrebbe capitarmi ancora.

Tranquilli, non sarà così. Non ci proverò più a caricare dei video su YouTube. Spinto da una punta di avidità, mi ero dimenticato con chi avevo a che fare. Onestamente, loro avevano fatto di tutto per mettermi in guardia, già molti anni fa, quando mi presentarono quel questionario, prima di salire in aereo.

Fine

Matteo Pani
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...