Diritti tv Serie A, è caos

Diritti tv Serie A, è caos

La Lega Serie A, venerdì, ha reso noto di aver convocato per il pomeriggio di giovedì 3 maggio un'Assemblea urgente, per informare i club di Serie A sulle ultime decisioni di Mediapro relative alla vendita dei diritti audiovisivi del campionato per le stagioni 2018-2021.

Il 26 aprile, Mediapro doveva presentare la fidejussione per l'acquisto dei diritti tv, come da contratto. Alcuni giorni prima, Sky aveva fatto ricorso al tribunale di Milano perché si esprimesse sulla modalità di vendita di tali diritti da parte di Mediapro, perché non corrisponderebbero a quanto indicato nel bando di gara che si è aggiudicato.

Jaume Roures, l'amministratore di Mediapro, nei giorni scorsi aveva detto che non vi sarebbero stati problemi nella presentazione della fidejussione e di non essere preoccupato per l'azione legale avviata da Sky.

Invece, non sembra che così sia. Infatti, con un comunicato ufficiale, Mediapro ha detto di avere le garanzie bancarie richieste dalla Lega, ma si riserva di presentarle se Sky continuerà nella propria azione legale. E per fortuna che non c'erano problemi!

A questo punto, con il mercato calciatori alle porte, i club di Serie A tremano, perché la situazione attuale potrebbe non sbloccarsi a breve, a meno che la Lega non decida di creare, anche con il supporto di Mediapro, un canale proprio per la distribuzione dei diritti televisivi della Serie A, facendo così decadere il ricorso Sky.

Categoria Sport
Attendere...