Girone, rilasciato dall'India, già arruolato da Renzi

Girone, rilasciato dall'India, già arruolato da Renzi

"Il Fuciliere di Marina Salvatore Girone potrà fin dai prossimi giorni tornare in patria. La Farnesina accoglie con soddisfazione la decisione odierna della Corte Suprema indiana che ha dato urgente attuazione a quanto stabilito dal Tribunale arbitrale de L’Aja il 29 aprile scorso, come richiesto nei giorni scorsi dall’Italia.

In linea con quanto stabilito dal Tribunale de L’Aja, Italia e India hanno cooperato nelle ultime settimane per definire le condizioni e le modalità del rientro e della permanenza nel nostro Paese di Girone, in pendenza della procedura arbitrale sul caso della Enrica Lexie.

Il Governo, nell'attesa di accogliere finalmente in patria Salvatore Girone, rinnova l'impegno a conformarsi alle condizioni e modalità stabilite dalla Corte Suprema indiana.

La decisione odierna è un risultato importante che riconosce l’impegno intrapreso dal Governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale per fare valere le ragioni dei nostri due Fucilieri di Marina. Con lo stesso impegno l’Italia si presenterà ai prossimi passaggi previsti dal procedimento arbitrale."

Con questa nota, pubblicata sul proprio sito insternet, il ministero degli Esteri ha comunicato il rientro immediato in Italia di Salvatore Girone, costretto dalle autorità indiane alla residenza obbligata in India.

Insieme al collega Massimiliano Latorre, Girone è accusato dalla giustizia indiana di aver ucciso due pescatori, scambiati per pirati, durante un servizio di antipirateria svolto a bordo di una nave mercantile italiana.
Mentre Latorre è da tempo già rientrato in Italia per motivi di salute, per Girone si attendeva che l'India attuasse la decisione del Tribunale arbitrale che ne aveva consentito il rientro in patria.
La vicenda non è ovviamente conclusa. I due marò a questo punto, seppur in Italia, attendono la decisione del tribunale dell'Aja.

La notizia è stata accolta con soddisfazione anche dal premier Renzi che non ha mancato di condividerla sui suoi profili social con il seguente messaggio: "Confermiamo la nostra amicizia per l'India, il suo popolo, il suo Governo. E diamo il bentornato al marò Girone che sarà con noi il 2 giugno" (per la parata militare per la festa della Repubblica, ndr).

Se adesso qualcuno penserà che nei prossimi giorni Salvatore Girone verrà utilizzato da Renzi come spot promozionale anche per le prossime elezioni amministrative, ne avrà tutto il diritto. Il messaggio postato su facebook e twitter ne è la più evidente dimostrazione.

Fabrizio Marchesan
nella categoria Cronaca
Attendere...