Assegnati i diritti della Premier League per Regno Unito e Irlanda per il triennio dal 2019 al 2022

Assegnati i diritti della Premier League per Regno Unito e Irlanda per il triennio dal 2019 al 2022

A fare la parte del leone dei diritti tv della Premier per ritrasmetterne in diretta le partite dal 2019 al 2022 nel Regno Unito e in Irlanda è ancora Sky, che si è aggiudicata quattro diversi pacchetti, con il diritto di trasmettere un totale di 128 partite con un costo di 3,58 miliardi di sterline. Nell'offerta relativa al precedente triennio (tuttora in corso) l'emittente britannica aveva pagato 4,1 miliardi per 126 partite.

Sky si è assicurata la trasmissione di 24 gare che saranno disputate il lunedì alle 20 o il venerdì alle 19, quella del sabato di 32 gare che si disputeranno alle 17.30 e di 8 gare alle 19.45, di 32 gare della domenica che si disputeranno alle 14 e di altre 32 gare, sempre di domenica, che si disputeranno alle 16.30.

BT Sport si è aggiudicata un pacchetto da 32 gare, per 885 milioni di sterline, che si disputeranno il sabato alle 12.30 ed un pacchetto di 20 partite, che si disputeranno in due diversi turni infrasettimanali, per 90 milioni di sterline, pagando complessivamente 975 milioni.

Interessante, infine, l'acquisto dell'ultimo pacchetto disponibile, relativo a 10 incontri in un turno infrasettimanale e altri 10 nel "Bank Holiday". Se lo è aggiudicato il gigante dell'e-commerce Amazon che li trasmetterà su Prime Video nel Regno Unito senza costi aggiuntivi rispetto all’abbonamento Prime, secondo quanto spiegato dalla stessa azienda di Seattle.

Categoria Sport
Attendere...