L'assassino di Jo Cox si sarebbe costruito da solo l'arma del delitto

L'assassino di Jo Cox si sarebbe costruito da solo l'arma del delitto

Sospesa anche oggi in Gran Bretagna, a seguito dell'uccisione della parlamentare laburista Jo Cox, la campagna per il referendum del 23 giugno in cui si deciderà la permanenza o meno del paese all'interno dell'Unione Europea. Entrambi gli schieramenti hanno concordemente deciso di annullare qualsiasi manifestazione e ancora non è dato sapere quando la campagna riprenderà.

Intanto salgono le preoccupazioni per l'incolumità dei parlamentari, che, sebbene protetti dalla polizia quando si trovano a Westminster, non altrettanto si può dire che avvenga nel tempo che trascorrono nelle loro circoscrizioni elettorali, quando incontrano i loro elettori, una consuetudine che nel Regno Unito è molto più diffusa che in Italia.

Fonti del governo riferiscono che ad ogni parlamentare è stato inviato un manuale in cui sono contenuti consigli e precauzioni da adottare a tutela della loro incolumità e, ad ogni buon conto, è stato loro consigliato di contattare immediatamente, in caso di sospetti, la polizia del luogo.

L'assassino di Jo Cox  si sarebbe costruito da solo l'arma del delitto

Intanto continuano le indagini sull'omicidio della Cox, anche per capire le motivazioni che hanno spinto il sospetto attentatore, Thomas Mair, ora in carcere, ad agire. Mair, che prima ha sparato alla Cox e poi l'ha ripetutamente pugnalata, ha una storia clinica con problemi mentali, come ha dichiarato il fratello Scott, ma fino ad oggi non era mai stato violento.

Secondo i testimoni, quella che Mair stringeva in pugno al momento dell'attacco sembrava quasi un'arma d'antiquariato, fatta in casa. Questo potrebbe essere confermato da quanto ha fatto sapere un'organizzazione umanitaria statunitense, il Southern Poverty Law Center, che è in possesso della documentazione che dimostra come Thomas Mair sia stato un sostenitore della National Alliance, un'associazione americana supermachista e come nel 1999 abbia acquistato un manuale, nel quale fra l'altro erano contenute anche le istruzioni per costruirsi una pistola da soli.

Sul suo sito il Southern Poverty Law Center ha pubblicato una ricevuta in cui risulta che un certo Thomas Mair, residente nello West Yorkshire, dove appunto è avvenuto il fatto, ha acquistato varie pubblicazioni fra cui una dal titolo "Chemistry of Powder and Explosives" e un'altra dal titolo "Improvised Munitions Handbook."

L'assassino di Jo Cox  si sarebbe costruito da solo l'arma del delitto

La National Alliance è stata fondata da William Pierce, il cui libro "The Turner Diaries" incita ad una sanguinosa guerra razziale. Lo stesso Timothy McVeigh, il terrorista che fece esplodere un edificio federale ad Oklahoma City nel 1995, avrebbe seguito le istruzioni per la costruzione di un camion bomba contenute nel libro.

Intanto, continuano le condoglianze per la morte di Jo Cox da parte di esponenti di tutti i partiti e Buckingham Palace fa sapere che la regina Elisabetta ha inviato una lettera al marito Brendan.

La Cox era molto impegnata sul versante dei diritti umani e in passato aveva lavorato per organizzazioni umanitarie. Recentemente si era molto spesa per la causa dei rifugiati siriani.

Marco Cantone
nella categoria Esteri
Attendere...