Mattarella sentirà tutti i partiti per la seconda volta il 12 aprile. Prenderà una decisione per il giorno seguente?

Mattarella sentirà tutti i partiti per la seconda volta il 12 aprile. Prenderà una decisione per il giorno seguente?

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tramite un comunicato reso noto questo martedì, ha pubblicato il nuovo calendario per le consultazioni per la formazione del nuovo Governo, che riprenderanno a partire da giovedì 12 aprile.

In questa occasione, ad essere ricevute per prime saranno le delegazioni delle varie forze politiche. La mattina del giorno seguente saranno ricevuti i rappresentanti delle cariche istituzionali.

Questo il calendario in dettaglio:


Giovedì 12 aprile 2018

ORE 10.00 Gruppo SVP-PATT, UV del Senato della Repubblica
ORE 10.30 Gruppo Misto del Senato della Repubblica
ORE 11.00 Gruppo Misto della Camera dei deputati
ORE 11.30 Gruppo Liberi e Uguali della Camera dei deputati

ORE 16.30 Gruppi Partito Democratico del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati
ORE 17.30 Gruppi Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati
ORE 18.30 Gruppi Movimento 5 Stelle del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati


Venerdì 13 aprile 2018

ORE 10.30 Presidente Emerito della Repubblica: Sen. Dott. Giorgio Napolitano
ORE 11.15 Presidente della Camera dei Deputati: On. Roberto Fico
ORE 12.00 Presidente del Senato della Repubblica: Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati


Rispetto a quanto accaduto nei giorni scorsi, accordi per eventuali alleanze, a meno di novità dell'ultimo moamento, non ci sono stati: centrodestra, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle rimangono ognuno sulle proprie posizioni.

Le possibili strade di Mattarella, se nelle prossime ore qualcosa non cambierà, possono essere quelle di invitare le parti a trovare un accordo per un governo istituzionale, ma non sembrano esserci i numeri a meno di ripensamenti da parte della Lega, oppure di attendere un cambiamento nella posizione del Pd in seguito all'Assemblea Nazionale del 21 aprile, a meno che i tempi non siano giudicati troppo lunghi.

Non è escluso che, comunque, senza attendere un nuovo giro di consultazioni, Mattarella possa dare un incarico esplorativo anche ad una figura terza, in modo da accelerare i tempi nel caso si renda necessario un governo "balneare", di breve durata per svolgere gli affari correnti. In questo modo, tra i vari partiti potrebbe esser già stato definito un programma di minima, ad esempio una nuova legge elettorale, prima di tornare al voto.

Ovviamente si parla di ipotesi, ma è altamente improbabile che Mattarella possa far ritornare gli italiani a votare senza aver mai assegnato un incarico esplorativo a chicchessia. Infine da tener presente che, l'aver fissato per prime e in un solo giorno le consultazioni delle forze politiche, farebbe pensare che Mattarella potrebbe annunciare una propria decisione già venerdì pomeriggio.

Categoria Politica
Attendere...