Solar Impulse 2 arriva a San Francisco, dopo aver attraversato il Pacifico

Solar Impulse 2 arriva a San Francisco, dopo aver attraversato il Pacifico

Dopo una traversata dell'Oceano Pacifico durata ben 56 ore, Solar Impulse 2 (Si2), l'aereo alimentato unicamente da pannelli solari, ha raggiunto la baia di San Francisco, volando sopra il famoso Golden Gate Bridge.

Il pilota, lo svizzero Bertrand Piccard, 58 anni, ha deciso di atterrare in un aeroporto della Silicon Valley, perché, come lui stesso ha dichiarato sul sito web, era importante stabilire un collegamento fra l'impresa del Solar Impulse 2 e lo spirito pionieristico che aleggia nella zona e che ha portato al raggiungimento di tanti nuovi traguardi.

L'aereo, del peso di oltre due tonnellate, è stato costruito completamente in fibra di carbonio. La sua velocità di crociera è di circa 45 km/ora e può anche raddoppiare durante le ore di luce, quando il sole è particolarmente forte. Ha un'apertura alare di 72 metri, maggiore di quella di un Boeing 747, ed è equipaggiato con 17 mila celle solari, che alimentano i motori ad elica e ricaricano le batterie per la notte.

Il viaggio intorno al mondo di Solar Impulse 2, risultato di un progetto svizzero, è iniziato nel marzo 2015 da Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi, ed è continuato con tappe in Oman, Myanmar, Cina e Giappone.

Molte sono state le difficoltà incontrate durante il viaggio. La sosta in Giappone non era inizialmente prevista, ma si è resa necessaria a causa del maltempo ed a seguito di un'ala danneggiata. Dopo un mese l'aereo è ripartito alla volta delle Hawaii, dove è arrivato nel luglio dello scorso anno e vi è rimasto per ben nove mesi, necessari a riparare le batterie ed attendere venti favorevoli.

La traversata del Pacifico preoccupava molto Piccard e l'altro pilota, André Borschberg, 63 anni, che con lui si alterna al comando dell'aereo nelle varie tappe, dato che si trattava di un tratto molto lungo, senza la possibilità di effettuare atterraggi di emergenza, qualora si fossero resi necessari.

Dopo la California, sono previsti altri due atterraggi negli Stati Uniti. Poi, ci sarà la partenza per l'Europa e, finalmente, il ritorno ad Abu Dhabi.

Ugo Longhi
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...