Il derby tra Roma e Lazio secondo Simone Inzaghi. In dubbio la presenza di Ciro Immobile

Il derby tra Roma e Lazio secondo Simone Inzaghi. In dubbio la presenza di Ciro Immobile

A parte quello del 30 aprile di quest'anno, che i biancocelesti si sono aggiudicati in trasferta per 3-1, gli ultimi 5 derby di serie A tra Roma e Lazio hanno visto prevalere sempre i giallorossi.

Quello di quest'anno che si disputerà alle 18 di sabato 18 (!) sarà comunque un derby di altissima classifica con la Lazio a 4 punti dalla vetta e subito dietro staccata di un punto, ma con una partita in meno, la Roma.

Tra i vari spunti dell'incontro, ci sarà anche il duello tra allenatori che in passato hanno indossato le maglie delle rispettive squadre di cui adesso sono i tecnici, vincendo un derby per parte.

Queste le sensazioni dell'allenatore della Lazio Simone Inzaghi espresse nella conferenza stampa che si è svolta nel centro sportivo di Formello alla vigilia dell'incontro.

«Ciro Immobile è ancora alle prese con il problema che ha accusato alla vigilia del match con l’Udinese. Mercoledì si è mosso abbastanza bene insieme alla squadra mentre ieri si è ripresentato il dolore, il che ci ha portati a tenere a riposo il nostro attaccante. Oggi si allenerà e lo valuteremo: ci sono delle speranze riguardo il suo possibile impiego, vediamo come reagirà alla seduta di quest’oggi. Immobile è molto generoso e per la Lazio, in questi due anni, si è già sacrificato, ha saltato solo due gare nel suo cammino con il Club biancoceleste, per questo motivo siamo fiduciosi.»

«Il derby non è una partita come le altre: lo scorso anno ci sono state quattro stracittadine che hanno accumulato grande tensione, dovremo affrontarlo con grande determinazione sapendo che affronteremo una formazione di qualità assoluta che non avrà paura di sfidare una Lazio che sta vivendo un grandissimo momento di forma. Sarà una partita particolare, chi riuscirà a vincere guadagnerà grande forza d’inerzia: in queste circostanze bisogna parlare poco e pensare solo a giocare. I ragazzi sono rientrati bene dalle Nazionali, dovremo verificare solo lo stato di Immobile. Ci tengo a fare un appello: mi auguro che il derby di domani possa esser all’insegna dello spettacolo, anche perché in questi giorni è ricorsa la scomparsa di Gabriele Sandri.»

«Le due compagini stanno molto bene e si affronteranno a viso aperto. La Roma vanta tante soluzioni, insieme alla Juventus è la rosa costruita meglio della Serie A TIM. Stimo molto Di Francesco, ha trasmesso le sue idee alla squadra in pochissimo tempo: mi aspetto un derby di grande qualità. Immobile ha giocato al meglio le due gare con la Nazionale italiana: eravamo a conoscenza del suo problema, ma sapevo anche che avrebbe dato il meglio di sé. Felipe Anderson e Wallace si sono allenati bene con la squadra, ma non ancora ai loro livelli ed al termine delle sedute hanno accusato dei piccoli problemi: abbiamo deciso che fino a martedì prossimo svolgeranno un programma personalizzato perché li voglio a mia disposizione al 100%. Ho parlato con loro, sanno che sono fondamentali: li attendo perché sono molto importanti per noi.»

«Ogni calciatore prepara la stracittadina a modo suo. Io e lo Staff Tecnico sappiamo che il derby è diverso da tutte le altre sfide: tutti i giocatori della mia rosa hanno già giocato la stracittadina, tranne i nuovi acquisti che, però, hanno grande esperienza internazionale. In questi giorni stiamo ricordando cos’è il derby per questa città, per noi e per tutti i nostri tifosi. Immobile e Parolo hanno vissuto una grande delusione, ma il calendario gli prospetta subito una grande partita e la loro rabbia agonistica dovrà riversarsi nel match di domani.»

«La Roma di Spalletti e quella di Di Francesco sono ugualmente forti: sono entrambi bravissimi, ma quest’anno i giallorossi subiscono meno gol realizzandone, allo stesso tempo, meno. Concedono poco dietro, ma producono di meno offensivamente vista l’assenza di Salah e l’indisponibilità di Shick: in poco tempo la compagine giallorossa ha messo in campo le idee del proprio allenatore. Lazio e Roma stanno offrendo un buon calcio: a giugno nessuno si sarebbe immaginato che la compagine biancoceleste sarebbe stata avanti alla Roma in classifica in questa fase del campionato. Noi stiamo facendo qualcosa di importante, ma dobbiamo andare avanti su questa strada ragionando partita dopo partita e provando a restare tra le squadre che, secondo la critica, ci avrebbero lasciati alle spalle.»

«Ci attende una bellissima partita, le due squadre stanno offrendo grande spettacolo: mi auguro che la stracittadina possa esser vinta dalla compagine migliore.»

Categoria Sport
Attendere...