Obiezione di coscienza perchè nelle banche no ?

Obiezione di coscienza perchè nelle banche no ?

Non occorre scomodare gli ultimi recenti esempi per realizzare che nelle banche, i promotori finanziari hanno l’ ordine di vendere alla clientela quei prodotti che, quando va bene, sono convenienti per la banca e non per il cliente, e quando va male sono autentiche fregature !

Il che significa che a farne le spese è sempre povera gente, non pratica e in buona fede, che invece che ricavare una rendita, si vede falcidiati i risparmi accantonati in anni di lavoro.

E’ morale, etico e degno di persone che si dicono timorate di Dio tutto questo ? Ovviamente no ! Ma allora viene da chiedersi: come mai non si è mai avuto notizia di obiezioni di coscienza negli Istituti di Credito ?

Semplice, nessuno si ribella perché altrimenti potrebbe dare un addio definitivo a gratifiche, promozioni, trasferimenti, assunzione di parenti, ecc.ecc.

E allora perché negli ospedali e nelle farmacie si trovano nugoli di obiettori di coscienza che si nascondono dietro l' etica e le convinzioni religiose ? I "credenti" si trovano solo negli ospedali mentre le banche sono solo covi di miscredenti senza morale ?

Niente di tutto questo, più semplicemente medici e farmacisti sanno perfettamente di non rischiare niente, anzi, spesso e volentieri nel dichiararsi obiettori possono pure trovarci un' utile convenienza !!!!

razional-mente
nella categoria Cronaca
Attendere...