"Vade retro Salvini"

Vade retro Salvini

Nel numero in edicola di questa settimana, Famiglia Cristiana apre con l’emergenza migranti e fa il punto sull’impegno della Chiesa «contro certi toni sprezzanti e non evangelici».

Nel mirino Salvini, ritratto in copertina sotto una mano che si leva nel gesto, appunto, di indicare il «Vade retro» del titolo. «Niente di personale o ideologico», precisa il settimanale, «si tratta di Vangelo».

Non credo che il Vangelo parli di Salvini e non capisco tanto odio ecclesiastico contro chi cerca di fare gli interessi degli italiani: se la Chiesa vuole un'Italia aperta all'invasione islamica e islamizzata non mi trova d'accordo.

E a proposito di Vangelo oltre che a dire al diavolo (e non a Salvini) "Vade retro Satana" quelli di Famiglia Cristiana dovrebbero sapere che Gesù dice anche altro.

"Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: "Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato". Forse direbbe le stesse cose oggi rivolto agli attuali frequentatori della Casa del Padre.

Ed anche "Ed ecco una donna Cananea si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d'Israele». Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini».

Non è che i migranti siano cagnolini, ma sicuramente non sono i figli d'Italia e come dice Salvini «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo agli estranei.»

 

Categoria Politica
Attendere...