Anche la Alan Kurdi davanti a Lampedusa in attesa di un porto sicuro

Anche la Alan Kurdi davanti a Lampedusa in attesa di un porto sicuro

Sabato mattina la nave Alan Kurdi, della Ong Sea Eye, si trova nelle acque internazionali al largo dell'isola di Lampedusa con a bordo 65 naufraghi, in gran parte minori, recuperati ieri al largo delle coste libiche.

La Guardia di Finanza è salita a bordo per consegnare il cosiddetto "decreto Salvini", per informare l'equipaggio che al porto di Lampedusa, così come in altri porti italiani, non è consentito l'attracco.

In Germania, fanno però sapere dalla Ong tedesca, che già fin d'ora più di 70 città sono disposte ad accogliere le persone a bordo della Alan Kurdi.

È iniziata l'attesa per un porto sicuro.

 

Aggiornamento, ore 18:00.

Questa la dichiarazione da parte della Ong Sea Eye: "Non sappiamo ancora quando e in quale porto sicuro potranno trovare rifugio le 65 persone salvate che si trovano a bordo della Alan Kurdi . Tra le altre cose, oggi ci sono state dimostrazioni in quasi 100 città...

 

Categoria Esteri
Attendere...