Un commerciante aretino uccide un ladro e Salvini applaude

Un commerciante aretino uccide un ladro e Salvini applaude

Adesso che ha ammazzato una persona, Fredy Pacini, questo il suo nome, è un eroe. Proprietario di un magazzino a Monte San Savino, il commerciante ha ucciso un ladro che tentava di derubarlo.

Secondo alcune fonti, in passato Pacini avrebbe subito numerosi furti o tentativi di furto... ben 38! Per tale motivo aveva deciso di dormire nel magazzino dove rivendeva pneumatici e biciclette. Per la cronaca, in base a quanto riportato da Rai News, i tentativi di furto denunciati sarebbero stati 6, di cui solo 2 portati a termine dai rapinatori.

La scorsa notte, secondo quanto avrebbe raccontato al pm Andrea Clausani, dopo essere stato svegliato da dei rumori Pacini ha esploso alcuni colpi di pistola contro due ladri che si erano introdotti nel suo magazzino. Uno dei due è fuggito, l'altro, un moldavo di 29 anni è morto nel cortile dopo essersi trascinato fuori dall'edificio.

Per i carabinieri, invece, dopo esser stato ferito all'interno del magazzino,  una volta trascinatosi fuori il ladro è stato colpito da Pacini con un secondo colpo, che lo ha ucciso.

Senza sapere come si siano svolti i fatti, il ministro dell'Interno Matteo Salvini si è subito complimentato con il commerciante aretino, approfittando dell'occasione per "promuovere" la revisione della legge sulla Legittima Difesa che arriverà in Parlamento.

«Io sto con chi si difende - ha detto Salvini. - Entrare con la violenza in casa o nel negozio altrui, di giorno o di notte, legittima l’aggredito a difendere se stesso e la sua famiglia. La mia solidarietà al commerciante toscano, derubato 38 volte in pochi mesi: conti su di noi!»

Il ministro ha anche dichiarato che «se uno fa il rapinatore sa che fa un mestiere pericoloso.»

 

Categoria Cronaca
Attendere...