Legambiente ha presentato il bilancio di Goletta Verde per l'anno 2016

Legambiente ha presentato il bilancio di Goletta Verde per l'anno 2016

Il tradizionale appuntamento che illustra lo stato delle coste italiane, quest'anno ha dato risultati poco incoraggianti: ogni 54 km un tratto di costa risulta inquinato; su 265 campioni di acqua analizzati il 52% è risultato con cariche batteriche elevate; circa il 25% della popolazione italiana ancora non usufruisce di servizi di depurazione, senza dimenticare che gli scarichi non depurati sono i peggiori nemici del turismo; scarsa informazione ai cittadini con pochi cartelli che informino sulla qualità delle acque e l'eventuale divieto di balneazione.

Ma non esistono solo i dati negativi.  Infatti, Goletta Verde ha riscontrato l'ultilità delle "aree marine protette che favoriscono la ricerca, promuovono il turismo sostenibile e creano occasioni di buona economia".


I dati raccolti da Goletta Verde, quest'anno anche con il supporto del Consorzio obbligatorio degli oli usati (COOU) e quello dei partner tecnici NAU e Novamont, "sono stati presentati a Roma da Serena Carpentieri e Giorgio Zampetti, rispettivamente responsabile Campagne e responsabile Scientifico di Legambiente e da Andrea Di Stefano di Novamont, che hanno illustrato il quadro emerso dalla campagna di monitoraggio scientifico, durante i due mesi di viaggio" dalla Liguria al Friuli Venezia Giulia.
Legambiente ha presentato il bilancio di Goletta Verde per l'anno 2016Per una lettura approfondita dei dati raccolti e delle relative valutazioni tecniche da parte dei ricercatori di Goletta Verde e dei partner che l'hanno sostenuta, si rimanda al Comuicato Stampa rilasciato dall'Ufficio Stampa di Legambiente.

Matteo Pani
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...