L'amministrazione Trump? "Inetta, insicura e incompetente", afferma l'ambasciatore britannico

L'amministrazione Trump? Inetta, insicura e incompetente, afferma l'ambasciatore britannico

Quanto di seguito riportato è, in fondo, una non notizia. Infatti, perché stupirsi se l'amministrazione Trump viene etichettata come inetta, insicura e incompetente?

In fondo, quella sopra riportata è opinione largamente diffusa in gran parte dell'opinione pubblica americana e non solo.

La notizia sta nel fatto che questa è anche l'opinione dell'ambasciatore britannico a Washington, Sir Kim Darroch, in base a quanto fatto trapelare dal quotidiano Daily Mail.

Il Ministero degli Esteri ha dichiarato che la fuga dei promemoria che hanno reso nota l'opinione dell'ambasciatore del Regno Unito diffusi poi dal Mail questa domenica è stata "maliziosa", ma non li ha però smentiti.

In quei messaggi, Sir Darroch dichiara: "Non crediamo veramente che questa amministrazione diventerà sostanzialmente più normale, meno disfunzionale, meno imprevedibile, meno faziosa, meno diplomaticamente goffa e inetta", chiedendosi se mai in futuro "questa" Casa Bianca potrà mai diventare competente.

Gli pseudo-sovranisti britannici, rappresentati da Farage, hanno chiesto la testa di Sir Kim Darroch, mentre dalla Casa Bianca, per il momento, non è arrivata alcuna reazione.

Dal Governo May, dimissionario, è arrivato il commento del Segretario alla Giustizia David Guake che ha dichiarato che è molto importante che gli ambasciatori forniscano "pareri chiari e onesti al loro Paese. È vergognoso che questi promemoria siano trapelati, ma dobbiamo aspettarci che i nostri ambasciatori dicano la verità, così come loro la percepiscono".

Categoria Esteri
Attendere...