Piccola studentessa con disturbo dello spettro autistico e mutismo selettivo rompe il silenzio in aula

Piccola studentessa con disturbo dello spettro autistico e mutismo selettivo rompe il silenzio in aula

Una bambina autistica dopo molto tempo passato in silenzio risponde alla domanda di un carabiniere in occasione della giornata dedicata al bullismo e cyberbullismo.

 

Il fatto è accaduto in una scuola nel Napoletano, un’allieva affetta da autismo e mutismo selettivo, con difficoltà a relazionarsi e a interagire verbalmente con i compagni e le maestre sorprende tutti intervenendo nella conversazione.

La scuola ha organizzato un incontro con i carabinieri della compagnia di Giuliano per parlare del bullismo e del cyberbullismo. Probabilmente la nuova situazione che si è venuta ad avere in classe ha costituito per la piccola uno stimolo che l’ha portata a una partecipazione verbale, rispondendo a una precisa domanda posta dal tenente su cosa fosse il bullismo.

Certamente è un momento importante per la bambina prima di tutto. L’autismo è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell’interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza di interessi e comportamenti ripetitivi. Il mutismo selettivo invece è un disturbo d’ansia che blocca la persona che vorrebbe parlare e non è in grado di farlo per paura, timidezza e forte imbarazzo. Per la piccola aver preso da sola l’iniziativa di interloquire con i compagni e i militari è un grande traguardo.

Grande soddisfazione anche per le insegnanti che ogni giorno sono impegnate con la loro alunna, e descrivono questo progresso come un evento straordinario.

Il nome della studentessa non è stato reso noto, e questo per tutelare la sua privacy e quella della famiglia.

Categoria Salute
Attendere...