In Qatar vince Vinales, secondo Dovizioso e terzo un sorprendente Valentino Rossi

In Qatar vince Vinales, secondo Dovizioso e terzo un sorprendente Valentino Rossi

Dopo una leggera pioggia che ha fatto ritardare la partenza di circa mezz'ora, si è svolta in Qatar, sul circuito internazionale di Losail, la prima tappa del campionato mondiale di Moto GP 2017.

Dopo la sorpresa Zarco che cade dopo pochi giri mentre guidava la corsa con ampio margine sugli inseguitori, il duello per la vittoria si è ristretto al gruppo dei favoriti con Vinales, Dovizioso, Marquez e Iannone.

Dopo la caduta di quest'ultimo hanno iniziato a battagliare Dovizioso e Marquez, finché Vinales non si è fatto sotto insieme a Rossi. In quel momento, la Honda di Marquez non è stata più in gara ed il campione del mondo in carica si è dovuto accontentare di un anonimo quarto posto.

Il duello per la vittoria è stata tra Dovizioso e Vinales e si è risolto a circa tre giri dal termine a favore dello spagnolo della Yamaha, poiché le gomme morbide della Ducati non hanno consentito al pilota italiano di spingere ulteriormente.

Rossi, nonostante la pessima posizione di partenza, ha fatto una grande gara rientrando sui primi e, in alcuni momenti, dando addirittura l'impressione di poter riuscire ad arrivar sotto per battagliare addirittura per la prima posizione, anche se poi così non è stato e si dovuto "accontentare" del terzo posto.

Queste le sue dichiarazioni a fine gara: «Iniziare con un podio è una grande cosa. I test non sono andati bene e in questo periodo è stata dura. Inoltre il warm-up di oggi non è andato come speravo. Ma le condizioni della gara erano diverse, abbiamo cambiato qualche cosa e sono riuscito ad arrivare terzo. Ho tenuto addirittura il passo di Maverick (Viñales, ndr) e fatto anche meglio, è la prima volta che accade. Abbiamo modificato un po’ il setting, cosa che mi ha permesso di essere più veloce in entrata curva. Credevo anche di riuscire a prendere Dovizioso perché pensavo che alla fine, con la gomma morbida, avesse qualche problema sul posteriore. La cosa positiva è che ho aumentato il mio feeling sull’anteriore ma su questo dobbiamo ancora lavorarci.»

Anonima, invece, la corsa di Lorenzo che, finito largo al primo giro, è sceso nelle retrovie riuscendo a rimontare qualche posizione, ma senza mai avicinarsi ai primi. Buona prova invece di Aleix Espargaro e della sua Aprilia con il sesto posto.

La delusione di Iannone è stata espressa così: «Mi dispiace molto per come è andata, sinceramente stavamo facendo una buona gara anche se non guido proprio come vorrei; eravamo comunque veloci e competitivi; abbiamo lottato controllando tutto ed evitando i rischi. Non ho calcolato che Marc (Marquez, ndr) poteva essere più lento in quella curva, l’ho toccato e sono caduto. Può succedere ma non deve succedere. Non è facile per noi superare perché soffro tanto in staccata. Ma non è una scusa, ho sbagliato, non devo fare più questi errori e spero sia il primo e l’ultimo di quest’anno.»

Questa la classifica finale per le prime sei posizioni:

1 Maverick VIÑALES - SPA - Movistar Yamaha MotoGP - Yamaha, 38'59.999
2 Andrea DOVIZIOSO - ITA - Ducati Team - Ducati, +0.461
3 Valentino ROSSI - ITA - Movistar Yamaha MotoGP - Yamaha, +1.928
4 Marc MARQUEZ - SPA - Repsol Honda Team - Honda, +6.745
5 Dani PEDROSA - SPA - Repsol Honda Team - Honda, +7.128
6 Aleix ESPARGARO - SPA - Aprilia Racing Team Gresini - Aprilia, +7.661

Manolo Serafini
nella categoria Sport
Attendere...