Recensione del film SHUT IN con Naomi Watts

Recensione del film SHUT IN con Naomi Watts

In questo lungo fine settimana, con il ponte dell'Immacolata, è arrivato nei cinema italiani anche il nuovo film con Naomi Watts: SHUT IN.

Un thriller che voleva essere psicologico e scivolare nell'horror ma non riesce nel suo intento, a causa di uno schema prevedibile, che non riesce a coinvolgere nella trama la gente in sala. 

A causa di un incidente, una psicologa infantile decide di vivere in una casa , ovviamente isolata, col figliastro adolescente paralizzato, di cui si prende cura e lì riceve i suoi pazienti, finché un bambino sordo che ha in cura scompare.

Ed è allora che scopre di avere proprio in casa un pericolo mortale...

Shut in, una produzione tra Usa, Canada e Francia, è diretto da Farren Blackburn e vede come protagonisti, oltre Naomi Watts, Jacob Tremblay, Oliver Platt, Charlie Heaton, David Cubitt, Tim Post, Crystal Balint e Clémentine Poidatz. Distribuita da Notorious Pictures, la pellicola ha una durata di 91 minuti.

Per ulteriori dettagli
Attendere...