Mercati, sale la pressione dopo la nuova frenata su Brexit

Mercati, sale la pressione dopo la nuova frenata su Brexit

Il conto alla rovescia continua e i negoziati sulla Brexit continuano a loro volta a non riuscire a superare lo stallo sulla questione backstop.

Il Regno Unito ha bocciato l'ultima proposta Ue, alimentando di nuovo la paura per una uscita disordinata dall'Unione da parte del Regno Unito.

Entro la prossima settimana il Parlamento britannico è chiamato a decidere, come affrontare la Brexit. Visto che il backstop, al momento, appare una questione irrisolvibile perché, secondo i conservatori (come ha dichiarato il presidente del partito Brandon Lewis), così come è formulato adesso metterebbe a rischio l'unità stessa della Gran Bretagna, l'unica cosa quasi certa è che difficilmente la premier May potrà far approvare un piano di uscita concordato con l'Ue.

Per questo i mercati hanno subito reagito penalizzando la sterlina, in attesa di sapere se il Parlamento sceglierà per un rinvio della Brexit, anche in funzione di un nuovo referendum, oppure per un'uscita dall'Ue senza accordo.

Per maggiori approfondimenti
Categoria Economia
Attendere...