TASSISTA ASSASSINO A ROMA, uccide a bottigliate il gestore di un bar perche si rifiutava di servirgli altro alcool.

TASSISTA ASSASSINO A ROMA, uccide a bottigliate il gestore di un bar perche si rifiutava di servirgli altro alcool.

Roma. Un tassista brasiliano ubriaco uccide il gestore di un bar solo perché e giustamente si rifiutava di vendergli altro alcool. E si, alla guida per lavoro questo uccide perché gli si ricorda che non è prudente e anche del lavoro che svolge. Ma siccome siamo in Italia,  dove tutto è permesso, soprattutto gli extracomunitari lo sanno e ne approfittano. Infatti, nonostante i dettagli forniti dalla vittima, l'assassino fosse ancora sporco di sangue al momento del fermo, bisogna specificare che è "presunto assassino". 

Quanto garantismo per gli assassini, anche dichiarati, presi con "le mani nel sacco". 

Quando finirà questa farsa ? Dare a Cesare quel che è di Cesare. ...! 

 

gianalu
nella categoria Cronaca
Attendere...