Rfi, "Su quel tratto di binario non c'erano lavori in atto"

Rfi, Su quel tratto di binario non c'erano lavori in atto

Alle parole dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della regione Lombardia, Alessandro Sorte che scaricava le responsabilità dell'incidente ferroviario di giovedì alla stazione di Pioltello su Rfi, ha risposto Umberto Lebruto, direttore della produzione di Rete Ferroviaria Italiana, anch'egli intervistato da Radio 24.

«Sono cinque o sei anni che era stato rinnovato quel binario: normalmente la rotaia si cambia ogni 20-25 anni.

Ci sono punti singolari su tutta la rete dove noi mettiamo per scorta degli elementi, si chiama manutenzione correttiva, una scorta d'emergenza pronta sul posto, così in caso di necessità si ha già il pezzo sul posto.

Adesso andremo a vedere se davvero era stato pianificato un intervento a stretto giro oppure no. Al momento non è così, su quel tratto di binario in particolare non c'erano lavori in atto.

L’11 gennaio siamo passati con la carrozza di diagnostica, con Diamante, non c'erano difetti importanti per cui occorreva fare degli interventi a stretto giro. Il giorno in cui è successo l'incidente, abbiamo reso disponibili alla polizia giudiziaria tutti i nostri piani di attività, hanno rilevato tutto ciò che avevamo pianificato, quindi adesso si tratta di capire e di leggere anche noi da parte centrale questi atti di cui ancora non siamo venuti in possesso.»

Come era facile prevedere, è iniziato il rimpallo delle responsabilità tra regione Lombardia e Rfi in merito alla causa che ha portato al deragliamento del convoglio Trenord.

Categoria Cronaca
Attendere...