Il chirurgo opera l’orsetto del bambino che si deve operare: "Me l’ha chiesto lui, come potevo dire no"

Il chirurgo opera l’orsetto del bambino che si deve operare: Me l’ha chiesto lui, come potevo dire no

Ha operato il bambino e, con lui, il suo orsacchiotto. Perché così gli aveva chiesto il piccolo paziente.

Quando il neurochirurgo Daniel McNeely, dell’IWK Health Centre di Halifax, in Canada, si è trovato davanti alla richiesta di Jackson McKie, di soli otto anni, che prima di essere operato perché affetto da idrocefalo (un accumulo di liquido cerebrospinale) voleva che fosse curato il suo orsetto del cuore, non ha potuto dire di no.

Sia il peluche che il piccolo sono così finiti sul tavolo operatorio, un modo per alleviare la tensione del bimbo e confortarlo in vista dell’intervento.

Per maggiori approfondimenti
Categoria Esteri
Attendere...