Ma qualcuno ha detto al ministro Fontana ed alla Lega che l'AfD è un partito neo nazista?

Ma qualcuno ha detto al ministro Fontana ed alla Lega che l'AfD è un partito neo nazista?

Alternative für Deutschland, AfD (Alternativa per la Germania), è un partito accusato di negazionismo, antisemitismo, razzismo... nonostante ciò è un partito che per la Lega è un punto di riferimento per la costruzione di una nuova Europa.

Ce lo ricorda in queste ore il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana: «Le elezioni in Baviera hanno sancito l'esordio in parlamento dei nostri amici ed alleati di AfD. E' un ulteriore segnale verso una nuova Europa a guida identitaria ed è la fine della grande coalizione di Berlino. L'antipasto di una svolta che arriverà tra sette mesi.»

Il ministro Fontana si congratula del successo di AfD perché per la prima volta nel Parlamento bavarese entra un partito "identitario" che, al giorno d'oggi, è evidentemente un diverso modo per indicare i neo nazifascisti. Sarà forse a causa del cambiamento...

Ma le convinzioni che sorreggono l'azione politica del ministro Fontana sono state ben espresse ieri da lui stesso, intervenendo alla Scuola di formazione politica della Lega. Queste le sue parole riportate dall'Ansa:

«Quando dici che bisognerebbe aiutare i nostri giovani ad avere più figli ti danno del fascista. Ci sono parti politiche che dicono: cerchiamo di aiutare i giovani e le coppie ad avere un lavoro stabile e una casa con politiche per la natalità.

Poi ci sono altri che dicono "avanti con l'immigrazione". Ma nessuno di questi ultimi si è reso conto che con l'immigrazione si diluiscono le identità e l'omologazione avanza.

La battaglia che bisogna fare è questa e sarà una battaglia dove i mass media saranno fortemente contrari, visto che ci sono molti interessi in gioco. Ci massacreranno, lo hanno fatto con me, lo fanno con Matteo (Salvini, ndr) ma sarà una battaglia per il futuro, non quello da qui a 5 anni ma dei nostri figli.»

Il povero Fontana evidentemente ignora che il patrimonio culturale, sia letterario che artistico (pitture, sculture, architetture) presente in Italia, come in altri Paesi europei, è frutto di una contaminazione "fisica" che ha portato popoli tra loro diversi a "mischiarsi" reciprocamente nel corso dei secoli.

Ad esempio, la lingua in cui l'identitario ministro cerca faticosamente di esprimere le sue bislacchissime idee è costituita da termini le cui radici risalgono al sanscrito, che prima ha influito sul greco e di seguito sul latino... e come pensa, il ministro Fontana, che ciò sia stato possibile se non attraverso la "contaminazione"? 

Categoria Politica
Attendere...