La Juventus si aggiudica per 4-0 la Coppa Italia, segnando due gol al Milan e due a Donnarumma

La Juventus si aggiudica per 4-0 la Coppa Italia, segnando due gol al Milan e due a Donnarumma

«Ora affronteremo due squadre vive. L'Atalanta è tarantolata, ha una grande rabbia agonistica e saranno difficili da affrontare. La Fiorentina negli ultimi tre mesi sta facendo risultati incredibili. Non possiamo rischiare di buttare via tutto. A me brucia, anche per tutti i tifosi allo stadio e i milioni di tifosi nel mondo. Dobbiamo guardarci in faccia e andare alla ricerca degli stimoli, questo farà la differenza.»

Queste le parole di un affranto Gattuso, dopo la partita dell'Olimpico che ha visto la Juventus portarsi a casa per la quarta volta di fila la Coppa Italia... insieme allo scudetto.

Il tecnico rossonero ha provato però anche a sottolineare i meriti della sua squadra: «Prima dell'1-0, a inizio ripresa, siamo stati padroni del campo, poi abbiamo commesso un errore e abbiamo subito gol. Ci sono stati tanti errori, ma fa parte del gioco. La squadra ha fatto quello che doveva fare, il risultato è bugiardo. Cutrone ha avuto una palla limpida nel primo tempo per segnare, stavamo giocando bene ma gli episodi ci hanno condannato. Siamo stati anche dei polli, anche sfortunati, ci assumiamo le nostre responsabilità. Adesso ci vuole grande senso di appartenenza.»

E vediamo quali sono stati gli episodi che hanno portato la Juventus alla vittoria.

Il primo gol bianconero arriva al 56' su colpo di testa di Benatia, che mette in rete un cross da calcio d'angolo. Dopo 5' la Juventus raddoppia con un tiro dal limite di Douglas Costa che si insacca a fil di palo perché Donnarumma, invece di respingerlo, ha provato a pararlo: il pallone gli è sfuggito dalle mani. Passano 3' e arriva il terzo gol, autore sempre Benatia, che mette in rete la palla approfittando di un altro evidente errore di Donnarumma. Infine, sempre da calcio d'angolo, l'ultima rete, con Kalinic che devia di testa il pallone nella propria porta mentre cercava di respingerlo.

Entusiastiche le dichiarazioni di Allegri: «Abbiamo scritto un pezzo di storia della Juventus e ora si deve festeggiare, perché i ragazzi hanno fatto una gara straordinaria, meritando la vittoria. È stata una partita in cui hanno messo in campo spessore tecnico e morale, regalando un'altra grande serata ai tifosi.»

Alla finale di Coppa Italia hanno assistito 66mila persone, mentre gli itaiani alla tv sono stati più di 10 milioni.

Categoria Sport
Attendere...