Al Ghislieri di Pavia il ricordo di GIOVANNI BIGNAMI con la presentazione del suo ultimo libro "Le rivoluzioni dell'universo..."

Al Ghislieri di Pavia il ricordo di GIOVANNI BIGNAMI con la presentazione del suo ultimo libro Le rivoluzioni dell'universo...

Mercoledì 7 marzo alle ore 18 il Collegio Ghislieri ospiterà la presentazione dell’ultimo libro di Giovanni Fabrizio Bignami, dal titolo Le rivoluzioni dell’universo. Noi umani tra corpi celesti e spazi cosmici (Giunti, 2017). L’autore, venuto a mancare nel maggio 2017, aveva tenuto al Ghislieri, il 22 marzo dello stesso anno, una lectio magistralis per la celebrazione dei 450 anni del Collegio.

Nel suo ultimo lavoro Bignami fornisce una panoramica delle conoscenze sull’universo e sul destino del nostro pianeta, su cui l’uomo si interroga da sempre. Scrive della rivoluzione astronomico – planetologica avvenuta nelle ultime due decadi, possibile grazie all’evoluzione dei metodi di osservazione dello Spazio, che ha portato alla scoperta di altri due universi. L’astronomia, secondo l’autore, consente di guardare lontano, l’infinitamente grande e ignoto, e da questo, così come dalla capacità di immaginare il futuro, dipende l’esistenza dell’uomo.

Astrofisico di fama internazionale, Giovanni Bignami fu Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, primo italiano a presiedere il Comitato per la Ricerca Spaziale, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Nel 1993 ricevette il Premio Bruno Rossi dall’ American Astronomical Society e l’Accademia dei Lincei, di cui era membro, gli conferì nel 2004 il premio quadriennale per l’Astronomia del Ministero dei Beni Culturali della Repubblica Italiana. Fu autore di diversi libri, tra cui The Future of Human Space Exploration (Giunti, 2017) e L’economia dello spazio. Le sfide per l’Europa (Castelvecchi, 2017), scritti a quattro mani con Andrea Sommariva.

Durante la presentazione del volume interverranno la moglie Patrizia Caraveo, insieme al matematico Franco Brezzi, al fisico Andrea de Luca e al biologo Carlo Alberto Redi.

Ingresso libero

Attendere...