Domenica 11 ottobre (ore 16), presso la Biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, presentazione del secondo volume della collana Larth, quaderni dell’associazione “Amici delle tombe dipinte di Tarquinia”. Presentano il libro: Francesca Boitani e Daniele Federico Maras. Introducono: Alfonsina Russo e Alessandro Giulivi. 


Domenica 11 ottobre alle ore 16.00, a Tarquinia, la Biblioteca “Vincenzo Cardarelli” ospiterà la presentazione del secondo quaderno dell'Associazione Amici delle Tombe Dipinte di Tarquinia, dal titolo "Istantanee" dal passato. Pittura etrusca a Tarquinia.

Il volume, in edizione bilingue italiano e inglese è dedicato a storia, tecniche e contenuti delle figurazioni dipinte nelle tombe tarquiniesi che, nel 2004, sono state dichiarate dall'Unesco parte del Patrimonio dell'Umanità.

La presentazione sarà inoltre occasione per ricordare l'instancabile opera di tutela e valorizzazione di uno dei curatori, Mariolina Cataldi, scomparsa un anno fa.

L'avventura dell'Associazione ebbe inizio nel settembre 2012, quando un gruppo di professionisti - impegnati da anni nello studio delle problematiche tecnico scientifiche inerenti le tombe dipinte di Tarquinia - nella convinzione che fosse doveroso svolgere un compito di integrazione e sostegno della tutela e valorizzazione del nostro patrimonio culturale, costituì l’Associazione no – profit “Amici delle tombe dipinte di Tarquinia”.

L’Associazione, di concerto con la Soprintendenza, si propone di promuovere la salvaguardia, la tutela, la valorizzazione e lo studio degli ipogei dipinti di Tarquinia (sito Unesco), attraverso la ricerca di fondi e il coinvolgimento di Enti, Istituzioni, Università e privati che siano interessati alle stesse finalità.

Con la pubblicazione dei Quaderni l’Associazione intende svolgere attività di divulgazione degli atti delle giornate di studio e degli incontri - dalla stessa organizzati e finalizzati alla promozione e allo studio delle problematiche inerenti il patrimonio culturale tarquiniese - nonché dei risultati delle ricerche sullo stato di conservazione e sulle tecniche esecutive delle tombe dipinte, al fine di contribuire fattivamente alla loro tutela, manutenzione, conservazione, restauro e valorizzazione.

FONTE: ASSOCIAZIONE CULTURALE NO PROFIT  Amici delle Tombe Dipinte di Tarquinia
[email protected]eu -  www.amicitombeditarquinia.eu