Afghanistan, la Brigata Sassari termina la sua missione: "I migliori risultati nella regione a guida italiana"

Afghanistan, la Brigata Sassari termina la sua missione: I migliori risultati nella regione a guida italiana

Dopo 6 mesi è terminata la missione della Brigata Sassari in Afghanistan. La "Pinerolo" subentra al comando del Train Advise Assist Command West alla sua seconda missione afgana. Sono stati 6 mesi di duro impegno per i militari della Brigata Sassari, mesi durante i quali hanno supportato, fornito consulenza alle forze di sicurezza locali. 

Un lavoro il loro, che è stato apprezzato ed elogiato anche dal Generale Nicholson, Comandante della missione NATO "Resolute Support", che ha voluto sottolineare come nella regione Ovest, a guida italiana, siano stati ottenuti i migliori risultati di tutto il Paese, per ciò che riguarda la sicurezza, lo sviluppo economico e sociale, con eccellenti livelli di scolarizzazione e di integrazione femminile, e un maggiore controllo del territorio.

La cerimonia di avvicendamento tra la Brigata Sassari e la Brigata "Pinerolo" alla guida del Train Advise Command West (TAAC-W) si è svolta stamattina all'aeroporto di Herat. Alla cerimonia erano presenti l'Ambasciatore d'Italia a Kabul, Roberto Cantone,il Comandante del Comando NATO di Brunssum Generale di Corpo d'Armata Riccardo Marchiò, il Comandante della missione "Resolute Support" John W. Nicholson, l'Italian senior Representative Gen. di Divisione Massimo Panizzi in rappresentanza del Comando Operativo di Vertice Interforze e tutte le massime autorità civili e militari afgane della regione Ovest (che è quella sotto il comando italiano).

Il Generale Marchiò, nel suo discorso  ha voluto ringraziare i militari della Brigata Sassari schierati e il cedente Generale di Brigata Gianluca Carai per gli eccellenti risultati da loro conseguiti durante questi 6 mesi e ha voluto inoltre fare al Generale di Brigata Francesco Bruno e alle sue unità, un augurio per il delicato, importante e difficile lavoro che li attende.  

Le numerose attività dei sassarini  come le operazioni di assistenza a domicilio alle Forze di Sicurezza Afgane in zone remote e distanti da Herat per lunghi periodi nelle tante province della regione Ovest,  il supporto nella pianificazione di operazioni volte a contrastare gli"insurgents"sono state invece ricordate dal Generale Nicholson.

I militari della Brigata Sassari infatti hanno dato un notevole contributo durante le operazioni di messa in sicurezza delle aree interessate all'inaugurazione dei lavori per realizzare il gasdotto TAPI, presieduta dal Presidente dell'Afghanistan Ashraf Ghani e poi anche durante l'incontro del Presidente con il il Generale Curtis Scaparotti Comandante del Supreme Allied Commander Europe (SACEUR) accompagnato da 4 ambasciatori presso la NATO. Ora il lavoro dei militari della Brigata Sassari verrà portato avanti dai militari della Brigata "Pinerolo". Per i "dimonios" si può davvero dire:"missione compiuta".


http://lasottilelinearossa.over-blog.it

Categoria Esteri
Attendere...