Dal 13 settembre, per 11 giorni al Parco Nord di Milano si celebra la biodiversità

Dal 13 settembre, per 11 giorni al Parco Nord di Milano si celebra la biodiversità

Il Festival della Biodiversità, nato nel 2007 per celebrare la varietà della vita sulla Terra, che si terrà dal 13 al 23 settembre 2018, raggiunge quest'anno la sua 12.esima edizione che avrà come tema "la natura, dove il passato incontra il futuro".

Gli undici giorni del Festival porteranno all'attenzione del pubblico il tema della biodiversità come valore culturale, in grado cioè di valorizzare quei luoghi, quei paesaggi e quei saperi che sono intrinsecamente legati alla natura e ai suoi cicli vitali o che, nella loro applicazione, ne preservano gli equilibri.

L’evento di apertura si svolgerà il 13 settembre nella cornice di Villa Torretta. Oltre a presentare alcuni protagonisti di questa edizione l’incontro vuole soffermarsi sul tema: Cosa è il Patrimonio? Attorno a questa parola si darà inizio ad una riflessione che ne sveli le origini a partire dalla saggezza greca, per poi proiettarla nel presente attuale (sostenibilità) e nel futuro (eredità).

Parteciperanno il filosofo Mauro Bonazzi, l’urbanista Paolo Pileri, la sociologa del turismo Matilde Ferretto, la biologa Annastella Gambini, l’agronomo Stefano Bocchi, oltre al direttore del Parco Riccardo Gini e al presidente Roberto Cornelli.

Musica, teatro, arte, cinema gli appuntamenti che faranno da cornice a convegni, incontri, laboratori e mostre organizzati per tutta la durata del Festival, insieme alle camminate, alle visite guidate e ai bike tour.

Saanno presenti, infine, anche le bancarelle di commercio equo e solidale, gli stand di street food. i banchi agroalimentari del Mercato QB Quanto Basta dal produttore al consumatore - selezionati da Slow Food. Novità di questa edizione però è il Mercatino delle piccole Pulci, dove i bambini scambiano e vendono i loro giocattoli non più utilizzati.

Il programma completo, potrà essere consultato sul sito web dell'evento all'indirizzo www.festivalbiodiversita.it.

Attendere...