Prezzi del Brent e WTI sempre più in alto. E Trump si arrabbia

Prezzi del Brent e WTI sempre più in alto. E Trump si arrabbia

Malgrado gli inviti di Trump ad alzare i livelli produttivi così da abbassare i prezzi del petrolio, l'OPEC sta tirando dritto per la sua strada.

La conseguenza è che le quotazioni di Brent e WTI continuano a marciare verso l'alto con il Brent che è arrivato a quotare intorno agli 85 euro, mentre il WTI è salito a 75.

Per l’OPEC l'occasione è ghiotta con la domanda di greggio permette di "aggiustare" i bilanci in molti Paesi produttori.

Non solo. A novembre, le sanzioni Usa contro l’Iran inizieranno a comprendere anche le esportazioni di greggio da Teheran. È evidente che una diminuzione delle fonti di approvvigionamento non potrà non avere conseguenze sul prezzo del petrolio.

Quindi, l'unica previsione che, al momento, è possibile fare è che il prezzo del greggio La matassa quindi s’è fatta intricata. C’è comunque una sola certezza al momento, che il prezzo del petrolio non diminuirà.

Maggiori dettagli da un'altra fonte
Categoria Economia
Attendere...