Sono tre i membri di Save the Children rimasti vittime dell'attacco alla sua sede di Jalalabad

Sono tre i membri di Save the Children rimasti vittime dell'attacco alla sua sede di Jalalabad

Con una nota diffusa in serata, Save the Children ha reso noto che sono tre i membri del proprio staff uccisi nel corso di un attacco alla sua sede di Jalalabad, in Afghanistan, mentre quattro sono quelli rimasti feriti. Tutte le altre persone dello staff che si trovavano nella struttura sono state tratte in salvo.

Sebbene venga data ormai per acquisita la natura islamista dell'attacco, le indagini sono al momento in corso e non è ancora possibile fare ipotesi sui motivi che ne sono stati la causa.

Save the Children opera in Afghanistan dal 1976, realizzando interventi sanitari salva-vita e progetti di educazione, nutrizione e protezione dell’infanzia che hanno contribuito a salvare la vita a milioni di bambini.

In seguito all'attentato di mercoledì, Save the Children ha temporaneamente sospeso le operazioni in tutto il Paese.

Categoria Esteri
Attendere...