Chirurgia estetica, l'Italia non conosce crisi

Chirurgia estetica, l'Italia non conosce crisi

C'è una vecchia regola non scritta nell'economia che, quando si parla di crisi, questa non investa mai il mercato del lusso. Se questa massima la riportiamo poi alla chirurgia estetica vediamo che, dati alla mano, è tutto assolutamente vero anche se, vista la diffusione e anche l'abbassamento dei prezzi, ormai è una cosa uscita dall'esser di nicchia e ad esclusivo appannaggio dei più ricchi per poter rientrare nella categoria del mercato del lusso. Fatto sta che comunque nel 2015, aspettando i numeri di questo 2016 ormai agli sgoccioli, nel mondo sono stati effettuati più di 31 milioni di operazioni tra interventi e trattamenti, con l'Italia che si piazza al nono posto in questa speciale classifica. Al primo posto naturalmente ci sono gli Stati Uniti, seguiti dal Brasile, una delle patrie del settore, e a sorpresa dalla Corea del Sud. Parlando esclusivamente di interventi chirurgici in Italia ne sono stati effettuati nel 2015 quasi 420.000, con l'operazione per aumentare il volume del seno che rimane, incontrastata, quella più effettuata. Quasi un vero e proprio esercito di italiani quindi che si rivolge ogni anno al chirurgo per migliorarsi, modellarsi o semplicemente per sentirsi più giovane, come dimostra l'incredibile aumento delle richieste di botox.

Botox mania

In tutto il mondo nel 2015 sono stati eseguiti quasi 22 milioni interventi di medicina estetica, con la tossina botulinica e l'acido ialuronico in testa alle richieste. Una numero enorme, che ogni anno muove un fiume di denaro e che vede l'Italia come meta sempre più richiesta da quello che è stato definito ormai “turismo estetico”. Quello che poi sembrava essere un mondo riservato esclusivamente al gentil sesso ormai invece è anche molto frequentato dagli uomini, anche se i numeri parlano sempre di quasi un 80% di donne nel totale degli interventi. Una clientela quindi sempre più eterogenea non solo per il sesso, ma anche per la fascia d'età di chi decide di ricorrere al bisturi. L'idea quindi della signora altezzosa che decide di ritoccarsi come esempio lampante della cliente tipo ormai è un'immagine in disuso. Sebbene non manchino assolutamente ora prodotti naturali come il coenzima Q10 per combattere gli effetti dell'invecchiamento, il dilagare del ricorso al dottore ha convinto sempre più persone a prenotare il proprio trattamento o la propria operazione, come quasi tutto sommato un tabù di diffidenza che ormai è venuto a cadere che spinge ogni anno sempre più donne e uomini a provare, alla ricerca costante di quella bellezza e giovinezza quasi eterna che ormai è diventato quasi un assillo.

alecipolla
nella categoria Salute
Attendere...