La decisione della Procura di Bruxelles sul caso dei rifugiati catalani arriverà, entro un paio di settimane.

Domenica 5 novembre, un giudice belga ha esaminato il caso ritenendo plausibile la richiesta di arresto di Madrid, ma giudicando inutile la detenzione per Puigdemont e gli ex consiglieri della Generalitat.

Il rischio di fuga non sussiste, come era stato suffragato dal fatto che i cinque si erano presentati spontaneamente per sottoporsi alla notifica del mandato di arresto che pende su di loro. In base alla procedura, ai rifugiati catalani è stato comunque ritirato il passaporto.

La prossima settimana, una Camera di consiglio si riunirà per decidere sulla questione estradizione dopo aver sentito le parti. La sentenza se accogliere o meno la richiesta di Madrid dovrebbe arrivare non più tardi di  cinque o sei giorni.