A cura di: Ufficio Stampa Sorgente

Alimentazione corretta: in Italia la cultura del “mangiar bene” e del consumare cibi sani è piuttosto diffusa. Ancora più importante è l’alimentazione in gravidanza, anche per conservare cellule staminali dopo la nascita del bambino, oltre che per il suo sviluppo e il benessere della madre. Ma nonostante ciò il rapporto con il cibo rimane ancora una questione difficile per molte persone. Sul sito del Ministero della Salute[1] è possibile trovare alcuni consigli da seguire per un corretto regime alimentare, tra cui:

- fare 4‐5 pasti al giorno

- bere molto

- preferire frutta e verdura di stagione ben lavata, carni bianche e pesce (sogliole, merluzzo, trote, nasello) ben cotti

- evitare carne e pesce crudo, insaccati, cibi grassi e bevande alcoliche

- limitare il caffè, lo zucchero e le uova.

Prendere troppo peso o, al contrario, troppo poco ha conseguenze negative. Da uno studio[2] del gruppo di medicina rigenerativa dell’Ospedale San Matteo di Pavia, è emerso il legame tra alimentazione dei genitori (prima e durante la gravidanza) e staminali del cordone ombelicale. Lo sviluppo di ovociti e spermatozoi sarebbe infatti influenzato dai nutrienti assunti attraverso l’alimentazione e influenzerebbe le staminali del cordone ombelicale. Motivo per il quale, sempre secondo lo studio, i figli di donne malnutrite o ipernutrite avrebbero meno cellule staminali. La presenza di un numero ridotto di staminali mina la salute di un individuo in quanto determina:

- una maggiore predisposizione alle malattie

- una più bassa difesa immunitaria

- una minore capacità dell’organismo di rimpiazzare le cellule vecchie o non efficienti, che non è una condizione associata alla malattia, ma fisiologica (ogni giorno perdiamo cellule, che il nostro organismo sostituisce con altre nuove).

La conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale permette di avere un ulteriore strumento terapeutico a disposizione e in continuo miglioramento grazie ai progressi della ricerca scientifica.

Per ulteriori informazioni sulla conservazione delle cellule staminali cordonali: www.sorgente.com

Note

“Gravidanza, corretta alimentazione”. Ministero della Salute   Per informazioni sullo studio  La Provincia Pavese