Superstizioni, usi, abitudini: regalare un coltello in Sardegna

Superstizioni, usi, abitudini: regalare un coltello in Sardegna

In Sardegna non mancano esempi di coltelli tradizionali, realizzati da esperti maestri coltellinai in alcuni casi tramandando l’arte da generazioni. Ma la Sardegna è anche una terra di grandi superstizioni che, più o meno, sopravvivono ancora oggi. Tra queste spiccano quelle legate al gesto di regalare un coltello.

Si può regalare un coltello?

La risposta è sia positiva che negativa. In realtà non lo si regala ma lo si “vende”. Questo perché regalare un coltello ha, in alcuni casi, la valenza di una maledizione, una sorta di augurio di morte o disgrazia. Come se, regalandolo, si augurasse di ammazzarsi o farsi male con quel coltello. Per ovviare a questo inconveniente, chi riceve il regalo dovrebbe pagare il coltello con una moneta anche di poco valore, perché il pagamento è simbolico. Per evitare che chi lo riceve si scordi questo passaggio, in Sardegna (ma non solo) si è soliti regalare un coltello insieme a una moneta. Chi riceve il regalo prende la moneta e la usa per pagare il coltello.

Maggiori dettagli da un'altra fonte
Attendere...