Inaugurata ad Amatrice una nuova biblioteca... "digitale"

Inaugurata ad Amatrice una nuova biblioteca... digitale

Amazon e l'Università di Udine hanno regalato una nuova biblioteca ad Amatrice. È stata inaugurata in occasione del World Book Day con un evento che ha coinvolto gli studenti di Amatrice e tutti i principali partner che hanno reso possibile questa apertura, prendendo parte al progetto "Un eBook per Amatrice".

Come il nome del progetto può far capire, la nuova biblioteca è una biblioteca "digitale". Amazon, ha supportato il progetto fornendo alla struttura 20 eReader Kindle, mobili e tavoli da lettura e un certo numero di libri cartacei.
Audible, società Amazon che produce e distribuisce contenuti digitali d'informazione e di intrattenimento, ha partecipato anch'essa all'iniziativa con la donazione di due tablet da cui poter utilizzare l’app e ascoltare l’intero catalogo di audiolibri digitali, podcast e serie audio.

La nuova biblioteca si trova nel centro di Amatrice, di fronte al palazzo del Comune, ed è costituita da sei moduli container che sono stati donati dalle società Vailog ed Engineering 2K.

Come ha spiegato il bibliotecario di Amatrice, Sergio Serafini, «tutti sono i benvenuti nella nuova biblioteca e incoraggerò il maggior numero di persone possibile a visitarla, sia che si tratti di leggere libri e giornali, sia di sfruttare l’utilizzo dei dispositivi Kindle. Spero che questa biblioteca diventi un luogo in cui le persone possano incontrarsi, condividere idee e far nascere nuovi progetti.»

Anche il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, era presente all'inaugurazione. Queste le sue parole: «Credo che il luogo culturale e di socializzazione per eccellenza sia la biblioteca comunale. Ad Amatrice ne avevamo una bellissima, avevamo scelto di collocarla dentro una antica e meravigliosa chiesa, quella di San Giuseppe.

Oggi la chiesa di San Giuseppe non esiste più, ma è rimasta la voglia di avere un luogo in cui i cittadini possano trascorrere il loro tempo in compagnia di un buon libro. Un bisogno della popolazione che oggi può diventare realtà.

Credo che tutta la comunità amatriciana sia orgogliosa di questo dono che significa per tutti noi cultura, aggregazione, punto di riferimento.»

Categoria Cronaca
Attendere...