La Schiava Greca di Powers ovvero il neoclassico americano

La Schiava Greca di Powers ovvero il neoclassico americano

Certamente la scultura americana più famosa, ampiamente copiata e riprodotta fu la Schiava Greca (1844) di Hiram Powers (1805-73).

Tipico di molte opere d'arte neoclassiche, la scultura ha descritto il presente facendo riferimento a un evento passato.

La scultura di Powers raffigura una giovane ragazza greca cristiana catturata dai turchi durante la Guerra d'indipendenza greca (1821-1832). Mentre Powers non aveva inteso che la scultura fosse un commento sulla questione della schiavitù negli Stati Uniti, è stata vista come tale da molti critici contemporanei.

Mentre la nudità della figura sfidava la sensibilità puritana degli Stati Uniti, una piccola croce, un opuscolo allegato scritto da un reverendo, e l'uso del puro marmo bianco stabiliva che la lettura della ragazza scolpita fosse pura.

La scultura era ampiamente conosciuta perché fu esposta alle Esposizioni Universali di Londra (1845 e 1851) e Parigi (1855), e visitò molte città negli Stati Uniti. Alla fine furono realizzate sei versioni della scultura su larga scala.

Si dovrebbe che lo stile neoclassico persistette negli Stati Uniti, anche molto tempo dopo che venisse surclassato da altri stili, in particolare in Francia.

Con il contributo di LePietre.Srl

Attendere...