Roberto Becca a Lourdes: quella fede che non l'abbandona mai

Roberto Becca a Lourdes: quella fede che non l'abbandona mai

E' stato un viaggio di fede quello di Roberto Becca a Lourdes che ha voluto cantare la sua canzone "PREGHENDE" tratta dall'ultimo lavoro discografico è diventata ormai uno dei pezzi più richiesti del suo album "EMOZIONI".

Dopo aver intonato l'Ave Maria in sardo, la folla nella grotta delle apparizioni di Massabielle a Lourdes, dove a  Bernadette nel 1858 si è rivelata l'Immacolata Concezione, ha potuto nel silenzio e nella preghiera ascoltare quella bellissima preghiera che il cantante ha scritto e dedicato alla Vergine Maria.

Con la mano tesa alla statua della Regina del cielo, Roberto ha chiesto alla Madonna la benedizione del mondo proprio come recita la canzone "beneighe a mie e a fizzos tuos a totta ganta s'umanidade ...Reina de su chelu santu prego chi t'arrive custu cantu".

"Avevo bisogno di un pò di pace e di ringraziare la Madonna per tante cose e ho voluto farlo con la mia canzone, avevo promesso a me e a Lei che sarei andato ad incontrarla e ringraziarla per tutte le volte che mi ha teso la mano" . Con queste parole molto significative il cantante ha voluto esprimere la sua fede, quella fede che non l'abbandona mai nel lavoro, nel canto e nella vita di tutti i giorni.

Attendere...