MotoGP, in Austria nelle libere del venerdì bene la Ducati al mattino, ma sotto l'acqua è Marquez il più veloce

MotoGP, in Austria nelle libere del venerdì bene la Ducati al mattino, ma sotto l'acqua è Marquez il più veloce

È vero, la seconda sessione di prove libere ha visto prevalere la Honda di Marquez, ma... sul Red Bull ring pioveva... e di brutto. Invece, con la pista asciutta, la prima sessione di libere ha sancito la superiorità della Ducati, con Dovizioso e Lorenzo davanti a tutti, seguiti dalla Ducati non ufficiale del sempre ottimo Petrucci. Senza pioggia, Marquez è riuscito a fare solo il quarto tempo.

L'acquazzone si è rovesciato su Spielberg poco prima del via, ma nonostante il ritardo di dieci minuti si è corso su una pista bagnata.

Per Dovizioso, la giornata odierna è stata positiva: «Abbiamo iniziato molto bene - ha dichiarato il ducatista. - Abbiamo fatto solo una sessione in asciutto ma i tempi sono stati buoni. Con la pioggia però non abbiamo potuto lavorare di più con le gomme ma la cosa importante è stato questo buon inizio. Dobbiamo lavorare solo su alcuni dettagli.»

Non certo soddisfatto Valentino Rossi, che con la sua Yamaha è stato poco brillante sia nelle prove del mattino che in quelle del pomeriggio: «La moto si è rotta e sono dovuto tornare al box.

Ho girato con il secondo prototipo ma non mi trovavo bene. In mattinata ho chiuso solo come undicesimo ed è un problema perché domani dovremo dare tutto nella FP3 e non sapremo che tempo ci sarà.

Nel pomeriggio, sul bagnato, avevo della buone sensazioni ma è in queste condizioni che i problemi al posteriore, in accelerazione, si amplificano. Siamo lontani, su questa pista è dura. Non è il nostro tracciato e soffriamo molto, ma è solo venerdì, dobbiamo dare il massimo per provare a prendere più punti possibili in campionato.»

Categoria Sport
Attendere...