Oltre 200 persone presenti per una grande serata che ha destinato il ricavato alla casa del "dopo di noi". In cucina, insieme ai pompieri, giornalisti, politici e imprenditori, come Maria Vittoria Ferreani, socio fondatore di Aime Donna e titolare del Crotto Valtellina di Malnate.

Spezzatino di manzo al Sassella, con polenta taragna, funghi porcini trifolati e castagne al burro, questa la prelibatezza preparata da Maria Vittoria per le 210 persone presenti, che hanno potuto gustare i piatti preparati e tutti per una buona causa. Ai Vigili del Fuoco è stata data la medaglia d'oro del Gran Galà in Blu organizzato dall'associazione Articolo Tre, una cena solidale che ha raccolto fondi per dare concretezza, un tetto e un indirizzo al Dopo di Noi. Una serata di festa, di passione sociale e di entusiasmo grazie all'energia di Emanuela Romeo, Francesco Marcello, i vertici di Aime, lo chef Davide Aviano e di quei politici, imprenditori, pompieri e giornalisti che hanno vestito i panni (anzi, i grembiuli) di cuochi improvvisati, che siamo andati a scovare, inseguire e interpellare in un habitat a loro poco consono…!4 le squadre, quindi, che, con spirito di beneficenza, hanno dato il meglio di sé, per dare una risposta importante ad un un'iniziativa nobile e meritevole.

Ma le iniziative nelle quali è coinvolta la Ferreani non finiscono qui; infatti, il 20 Novembre, a Rho Fiera, dalle ore 11 del mattino, in occasione di SIMEI, Maria Vittoria sarà una delle protagoniste del Forum of the Women in Wine Worldwide, per la prima volta nel mondo, l'incontro con le Donne del Vino delle associazioni estere, un appuntamento molto importante per tutta l'associazione di cui fa parte la Ferreani. Argentina, Australia, Austria, Cile Croazia, Francia, Georgia, Germania, Nuova Zelanda, Peru', USA saranno protagoniste di questo evento, unico nel suo genere, durante il quale si incontreranno le Donne imprenditrici del settore, enotecarie, giornaliste esperte di food and wine, ristoratrici, unite dalla loro comune passione e lavoro, per sviluppare nuovi progetti e una Rete Mondiale per scambiare opinioni e far conoscere il vino dei singoli Paesi a livello internazionale in uno scambio reciproco di comunicazione, eventi, progetti comuni. Il vino è soprattutto e da tempo donna!Sempre il 20, alle ore 20,00, alla Taverna Moriggi, storico locale milanese tutela delle belle arti, in via Morigi 8 a Milano, seguirà la cena con le donne del vino del mondo e il Premio Personaggio dell'Anno che quest'anno andrà a Simonetta Doni, grafica designer ideatrice di molte etichette, con un passato nel settore della grafica per i grandi cataloghi d'arte. Poi, due amici le chiesero di fare l'etichetta per il loro vino, il Ser Lapo, rosso toscano. Da quel giorno, Simonetta è diventata la signora delle etichette e oggi veste le più importanti bottiglie italiane e non solo.
"L'etichetta di un vino è fondamentale al primo sguardo; chi la crea, come Simonetta, è una vera artista, che sa entrare nell'anima del nettare degli dei, nella sua essenza, nelle sue differenze, perché ogni vino è diverso dall'altro. Spesso le etichette sono piccoli quadri, capaci di emozionare e Simonetta lo sa bene"-dice Maria Vittoria Ferreani.

Il costo della cena per le associate è simbolico, euro 25,00 a testa, mentre gli accompagnatori pagheranno 50 euro.
Per le adesioni info@ledonnedelvino.com

Il 21 alle ore 10, sempre a Rho Fiera, verrà organizzato l'incontro "Donne e vino; opportunità e sfide", aspettative e nuove risorse che attendono il mondo del vino nel turismo ed economia circolare. Porteranno i loro contributi Carlos Santos CEO di Amorim Cork Italia, Roberta Garibaldi, Docente all'Università di Bergamo e maggiore esperta di turismo enogastronomico, LCI Lavorazione Carta Riciclata Italiana. A conclusione lavori verrà consegnato a Maria Luisa Ronchi, prima sommelliere donna d'Europa, una delle 4 fondatrici dell'Associazione Nazionale Donne del vino, un attestato di benemerenza come segno di ringraziamento e gratitudine per cio' che fatto per la cultura del vino.

Sarebbe già abbastanza, ma c'è un'altra piacevole novità, questa volta in tv.

Lunedì esce "Chef in fattoria"- prima puntata-protagonista la famiglia Valbuzzi al gran completo; si tratta di un docu reality sul famoso chef Roberto Valbuzzi e lo si potrà seguire nelle sue visite ai vari produttori, o in cucina con i nonni, ma si potrà scoprire anche il restyling del ristorante Crotto, appena finito e inaugurato nel suo nuovo look, tutto da scoprire, i clienti affezionati, solo per citare alcuni temi delle varie puntate. " E' dalla fattoria di famiglia dalla quale nasce la mia ispirazione"-sottolinea Roberto-" gli ingredienti sono quelli di casa, i miei piatti sono tutti legati alla tradizione della mia famiglia!". Il canale per godersi il programma è Canale 33 Food NetWork.



Diffuso da LTC per FRANCESCA LOVATELLI CAETANI