Il primo giorno d’estate

Il primo giorno d’estate


Roma, 21 giugno, primo giorno d’estate. Michele è un rimorchiatore seriale su Facebook, uno che, una volta individuata la propria “preda”, ne studia il profilo social e adatta il proprio in base agli interessi della ragazza che gli interessa conquistare.

La sua attenzione cade su Carla, vegana e fanatica di astrologia, appassionata a tal punto di Feng Shui da farsene influenzare in ogni decisione.

Dopo aver chattato per tre mesi, Michele propone a Carla di incontrarsi. Per sembrare più innocuo, le propone un appuntamento allargato, in cui saranno presenti i loro rispettivi migliori amici, Francesco e Veronica, perché, dice, “due anime affini si sanno riconoscere tra la gente”.

Il pranzo a quattro riserverà inaspettate sorprese...

La commedia di Maurizio Canforini e diretta da Maurizio Canforini e Alessia Tona porta in scena, in maniera brillante e ironica, vizi e debolezze delle relazioni sociali contemporanee: le conoscenze esclusivamente virtuali, la spiritualità da copertina, il narcisismo imperante.

 

Hanno scritto dello spettacolo

“Una commedia fresca, frizzante, con scambi di battute sempre puntuali e pungenti e acute citazioni. Uno spettacolo che regala un po’ di leggerezza ma che al contempo fa riflettere su un tema delicato della nostra contemporaneità.”
Elena D’Alessandri - L’opinione


“Lo spettacolo corre veloce sulle risate degli spettatori. Apprezzabilissimi da un punto di vista di tecnica teatrale i siparietti con i pensieri dei due ultimi protagonisti.”
Rosanna Pilloli - Arte e Spettacolo

 

Il primo giorno d’estate

una produzione MotusArti
di Maurizio Canforini

dal 27 novembre al 2 dicembre 2018

regia di Maurizio Canforini e Alessia Tona
con Antonello Coggiatti, Paola Cultrera, Maurizio Canforini, Alessia Tona

Musiche originali di Davide Tamburrino
Luci e Audio Marco Bertoni
Grafica Susanna Cirillo
Foto Marta Serratore


Teatro Agorà
Via della Penitenza 33

 
Orari spettacolo:
dal martedì al sabato ore 21.00
domenica ore 18.00

Attendere...