Venerdì 7 settembre il movimento politico LEONI D’ITALIA ha riunito i dirigenti della Campania

Venerdì 7 settembre il movimento politico LEONI D’ITALIA ha riunito i dirigenti della Campania

 Ieri sera alle ore 21.00 si sono riuniti i dirigenti della Campania del Movimento Politico “ Leoni D’Italia”, il Movimento, creato da Pasquale Merola, già affermato nella Politica Nazionale, contraddistintosi per serieta’ e onestà, fautore di una Politica tradizionale e Realistica, che guarda alle esigenze reali delle famiglie, dei cittadini, dei commercianti, degli imprenditori.

Sono intervenuti il Presidente Antonio Lombardi, il Segretario Nazionale Pasquale Merola, la Coord. Nazionale Filomena Buonaiuto, il Coord. Regione Campania Gaetano Ienco, i Responsabili Luigi Stravino, Pasquale Di Francesco, Dario Del Vecchio, Raffele Di Chiara, Pasquale Gicco, Fortunato Alovisi.

Alla riunione hanno presentato il ramo nascente creato dal referente Regionale Campano Gaetano Ienco, presentando un gruppo di giovani dai 20 ai 30 anni, i quali faranno parte dei GIOVANI LEONI , coordinato da Giuseppe Esposito, trentenne, di Salerno e che ha già navigato in politica.

I punti salienti affrontati sono stati La sicurezza , ovvero la legittimità della difesa della proprietà a piè fermo, senza incorrere ad ingiuste persecuzioni legali, uno dei punti forti del programma dei LEONI D’ITALIA.

un altro punto è la tassazione, sempre più pesante il peso sui commercianti che sono costretti a chiudere le attività aumentando la disoccupazione e diventando a loro volta dei disoccupati in cerca di impiego.

La presentazione a Legge di una regolarizzazione dell’ingresso agli stranieri in Italia, e nello specifico, le stesse leggi attuate in quasi tutti i paesi Europei e Mondiali, se non hai documenti che attestano la tua identità , il tuo stato sociale, il tuo certificato penale, te ne torni a casa immediatamente. Se viene riconosciuto che hai commesso un reato , a casa . Se non hai un comportamento decoroso e civile, nel rispetto del paese e dell’ambiente in cui vivi, a casa.

La pressione dell’Equitalia, che cambiandone la denominazione non ha cambiato il modo di pressare , di agire , spesso contro le basilari leggi della sopravvivenza, bloccando l’esproprio delle proprietà ed assicurando almeno l’abitazione famigliare.

Un punto molto a cuore all’Avv. Filomena Buonaiuto è riuscire a contrastare il femminicidio, con leggi restrittorie a salvaguardia delle donne sfruttate, maltrattate, e uccise da esseri ignobili ed indegni di essere chiamati umani.

La certezza della pena. Un argomento lungo e complesso e che oggi l’Italia ne ha davvero bisogno.

Attuare un sistema di restribuzione per le donne costrette a casa , per il lavoro che svolgono come casalinghe, madri, mogli. In modo da garantire almeno un minimo di indipendenza economica.

Si ringrazia l’amico consigliere Provinciale Francesco Paolino , che è passato per un veloce saluto e che ha espresso la sua amicizia personale verso il segretario nazionale Pasquale Merola e verso l’onestà e la trasparenza dei Leoni D’Italia.  

Categoria Politica
Attendere...