Afghanistan, militari italiani formano specialisti in comunicazione per combattere il terrorismo

Afghanistan, militari italiani formano specialisti in comunicazione per combattere il terrorismo

"In una società come quella odierna, il contrasto alle forze nemiche dell'Afghanistan si applica solamente tramite il controllo del territorio fisico del proprio Paese, ma anche e soprattutto informando in maniera adeguata, efficace e corretta su quelli che sono i continui progressi ottenuti dalle Forze di Sicurezza e dalle Istituzioni, questo corso vi ha dato gli strumenti per operare ancora più efficacemente per il bene del vostro paese, raggiungendo con le radio, le televisioni ed il web il maggior numero di cittadini".

Con queste parole il Generale Biagini si è rivolto ai militari e poliziotti afgani operativi nella Pubblica Informazione delle Afghan National Defense Security Forces (ANDSF) che hanno finito di seguire un corso di giornalismo condotto dai militari del contingente italiano.

Il primo corso dedicato alla gestione delle trasmissioni radiofoniche, si è concluso qualche giorno fa presso la base di Camp Arena, sede del contingente italiano. Durante una breve cerimonia sono stati consegnati gli attestati di partecipazione dal Generale Antonio Bertelli, vice Capo di Stato Maggiore dei Supporti della missione Resolute Support e dal Comandante  del Train Advise and Assist Command West il Generale Massimo Biagini.

Durante il corso condotto dai militari italiani, gli alti ufficiali dell'esercito afgano e della polizia hanno avuto modo di approfondire le tematiche di giornalismo ed informazione in un ambiente complesso e molto vario  come quello dell'Afghanistan occidentale dove accanto ai media tradizionali come stampa, televisione e radio ci sono anche internet e i vari social media. Il corso di giornalismo è stato davvero un' iniziativa importante, perché il terrorismo si combatte anche con i mezzi di informazione riuscendo a contrastare efficamente la propaganda  dei terroristi da sempre ostili alle istituzioni afgane.

Il personale qualificato  del Quartier Generale di Resolute Support in collaborazione con i militari del contingente italiano, durante il corso ha spiegato il giusto approccio alla metodologia dell'informazione, all'utilizzo corretto dei canali di comunicazioni a seconda dell'audience con particolare attenzione per le comunicazioni radiofoniche. Con questo corso si completa un percorso di formazione iniziato dai militari della Brigata Taurinense  allo scopo di addestrare i militari e i poliziotti afgani a contrastare la propaganda terroristica e contemporaneamente a raggiungere fasce sempre più vaste della popolazione mediante campagne informative per contrastare gli ordigni improvvisati (IED) nonchè campagne sulla prevenzione sanitaria. Perché la guerra contro terrorismo ed i talebani si può combattere anche con i mezzi di informazione.

http://lasottilelinearossa.over-blog.it

Categoria Esteri
Attendere...