Luigi Di Maio e i non confronti in tv

Luigi Di Maio e i non confronti in tv

Di Maio, in un post sul blog del movimento, ha spiegato perché si sia rifiutato, nel corso di questa campagna elettorale, di fare confronti con gli altri candidati premier. La risposta è perché non esistono!

Nel centrodestra i leader sono Berlusconi che però è ineleggibile, Salvini che dice che sarà lui il premier e la Meloni altrettanto, e a tutto questo si aggiunge ancora Berlusconi che dice che in ogni caso nessuno dei due sarà il prossimo presidente del Consiglio.

Stabilito che non può fare confronti con i partiti che gravitano a destra, vediamo perché Di Maio non può farli neppure con quelli che rappresentano - o dicono di farlo - il centrosinistra.

Il Partito Democratico, secondo Di Maio, è nel caos assoluto: «Renzi è il segretario del partito, ma gli impediscono di dire esplicitamente che sarà lui il candidato premier perché in quel modo il Pd andrebbe sotto il 10%, non solo sotto il 20%. Sarà Gentiloni? Sarà la Lorenzin? Non si sa. Non vogliono dirlo.»

A parte la spiegazione, anche in questo caso di parte come la precedente, si può forse ricavare qualche possibile notizia dalle parole del capo politico dei 5 Stelle.

A parte il dato del 10% che pare esagerato, il fatto che il Pd sia attualmente sotto il 20% è solo propaganda o quanto prevedono gli ultimi sondaggi che continuano ad essere fatti ma non diffusi? Infatti, prima che scattasse il divieto di comunicarne i risultati al pubblico, il Pd, nelle forchette di previsione, era visto intorno al 21% come dato più negativo. Considerando che sono mesi che il Pd è in continuo calo, quella riportata da Di Maio può essere la percentuale attuale che il partito di Renzi è in grado di raggiungere?

Inoltre, Di Maio ha citato le due coalizioni che per numero di voti sono vicine al Movimento 5 Stelle... ma anche i partiti minori possono comunque avere la dignità per fare un confronto. Quindi, perché non prendersela anche con Grasso che rappresenta Liberi e Uguali? Solo perché non è un avversario credibile oppure perché non è opportuno prendersela con un partito che in futuro, se non alleato, potrebbe comunque supportare un governo di minoranza a guida 5 Stelle?

Categoria Politica
Attendere...