Il Budget in Sanità

Il Budget in Sanità

Secondo il lessico francese, un bilancio può essere preventivo, e si dirà BUDGET, oppure consuntivo, e si dirà BILANCIO.
Quasi sempre, quando si dice budget, ci si riferisce a una previsione di spesa.
La stesura di un budget rivela le scelte e le priorità attribuite alle varie voci di bilancio.
Permette quindi di comprendere quale direzione prenda la politica economica di un’impresa o ente pubblico.
Il Budget aziendale si configura come il processo di programmazione annuale dell’attività economica dell’azienda.
Il documento di Budget contiene le previsioni di attività e risorse per il periodo successivo a quello in cui avviene la sua redazione.

Il Budget è strumento di:
-Programmazione
-Responsabilizzazione e controllo
-Coordinamento e integrazione
-Motivazione
-Comunicazione e trasparenza
-Cambiamento organizzativo

Passaggi fondamentali del Budget
-Programmazione
-Proposta
-Negoziazione
-Approvazione
-Gestione e verifica
-Valutazione risultati raggiunti

Passaggi fondamentali del Budget
•PROGRAMMAZIONE: definizione del quadro di riferimento generale; la Direzione dell’ Azienda Sanitaria deve definire le linee entro le quali si intende muovere (attività e risorse)
•PROPOSTA: viene formalizzata la proposta di budget da parte di ciascun responsabile indicando obiettivi da raggiungere e risorse richieste, attraverso la scheda di budget.
•NEGOZIAZIONE: attraverso la negoziazione con la Direzione, si concordano gli obiettivi e le risorse correlate; viene fatta a livello di Dipartimento o di Unità Operativa.
•APPROVAZIONE: previo controllo delle compatibilità generali dei vari budgets concordati con il quadro generale di riferimento, la Direzione approva il budget.
•GESTIONE E VERIFICA: monitoraggio, nel corso dell’esercizio, del rispetto degli obiettivi di attività e dei costi previsti.
•VALUTAZIONE RISULTATI RAGGIUNTI: verifica concordanza dei risultati raggiunti rispetto agli obiettivi pianificati. Individuazione dei punti critici.

Metodologia di costruzione del Budget
PARTECIPATIVO O BOTTOM-UP:
Le proposte di budget vengono formulate dai responsabili dei CDR

IMPOSTO O TOP-DOWN:
Il processo di budget è di tipo gerarchico

IL BILANCIO


BILANCIO ECONOMICO PREVENTIVO
•Il Bilancio Economico Preventivo viene formulato sulla base delle risultanze del Budget aziendale. Esprime analiticamente il risultato economico dell’ Azienda previsto per il successivo anno solare.
•E’ uno strumento di programmazione.
•Viene redatto sulla base di questi documenti di programmazione:
•Piano programmatico
•Bilancio Pluriennale di previsione

IL BILANCIO DI ESERCIZIO
Il Bilancio di Esercizio è il documento, redatto al termine del periodo amministrativo, con cui si rappresenta la situazione patrimoniale e finanziaria della azienda ed il risultato economico dell’esercizio. E’ composto da:
STATO PATRIMONIALE:
•E’ suddiviso nelle sezioni dell’attivo e del passivo;
•Rappresenta-fotografa la situazione patrimoniale dell’azienda al 31 dicembre di ogni esercizio.

CONTO ECONOMICO
•E’ suddiviso nelle sezioni dei ricavi e dei costi;
•Rappresenta i valori della produzione (ricavi) ed i costi della produzione (costi) dell’intero esercizio a cui si riferisce ed evidenzia l’utile, il pareggio o la perdita di esercizio.

NOTA INTEGRATIVA
•E’ parte integrante del Bilancio di Esercizio
•Svolge in modo discorsivo e con tabelle una funzione esplicativa e di analisi del bilancio

RELAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE
Fornisce informazioni generali sulla situazione dell’azienda e sull’andamento della gestione
Stato Patrimoniale Attivo
IMMOBILIZZAZIONI
•Immobilizzazioni immateriali
•Immobilizzazioni finanziarie
•Immobilizzazioni materiali
ATTIVO CIRCOLANTE:
•Rimanenze
•Crediti
•Attività Finanziarie
•Disponibilità Liquide

IL BILANCIO DI MISSIONE
Illustra l’attività istituzionale svolta dall’Azienda Sanitaria, e i risultati raggiunti dalle Aziende in rapporto agli obiettivi assegnati dalla Regione e dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria.
Obiettivi:
•Predisporre uno strumento informativo che consenta una comunicazione strutturata sull’attività istituzionale fra le singole aziende ed i loro principali stakeholder.
Presupposto:
•Nelle aziende non profit e nelle aziende pubbliche il risultato economico, seppure rispettato, non esprime il perseguimento degli obiettivi finalizzanti l’azienda.

LIBRI CONTABILI OBBLIGATORI
Ogni Azienda deve tenere:
•Il libro giornale;
•Il libro degli inventari;
•Il libro delle deliberazioni del Direttore Generale;
•Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Collegio sindacale.
Per la tenuta delle scritture contabili e dei libri obbligatori si fa riferimento agli art. 2214 e seguenti del Codice Civile.

Conclusioni
Nel corso degli ultimi anni la spesa sanitaria pubblica ha fatto registrare un aumento crescente, seppure in presenza di vari interventi legislativi volti a modificare i meccanismi di allocazione delle risorse e a ridefinire i processi operativi interni alle aziende sanitarie. La situazione di disavanzo che i bilanci aziendali mostrano e la complessità delle strutture sanitarie hanno consentito di evidenziare nell’andamento della spesa per il personale, per i farmaci, per la medicina generale, per l’acquisizione di beni e servizi, per l’ospedalizzazione convenzionata, alcune delle principali aree dove la direzione generale delle aziende è chiamata a razionalizzare le scarse risorse a disposizione. La realizzazione di strumenti di gestione volti ad orientare le aziende sanitarie al rispetto dei criteri di efficienza e di efficacia non sempre ha generato i risultati attesi.

Bibliografia
Ø Barretta Antonio, Vagnoni Emidia, Il benchmarking in ambito sanitario, Editore: Cedam, 2005.

Ø E. Vagnoni, La direzione delle Aziende Sanitarie. Criticità di contesto, economicità e tutela della salute. Edizioni Franco Angeli.

Categoria Salute
Attendere...