Al via il saldo e stralcio 2019 delle cartelle affidate all'Agenzia delle Entrate-riscossione per i soli contribuenti che versano in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica. La Legge di bilancio 2019 ha introdotto infatti, per le persone fisiche, il cosiddetto “saldo e stralcio”, ossia una riduzione delle somme dovute per alcune tipologie di debiti.

È la stessa Agenzia delle Entrate ad esortare i contribuenti in possesso dei dovuti requisiti a presentare la domanda.

La nuova sanatoria consente infatti ai contribuenti con un Indicatore della Situazione Economica (ISEE) del nucleo familiare non superiore a 20 mila euro di chiudere i conti con l’Erario e la gestione autonoma previdenziale dell’Inps in forma agevolata, pagando una percentuale ridotta a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, senza corrispondere sanzioni e interessi di mora.


In particolare, la quota agevolata per il pagamento è così differenziata:

16%delle somme dovute a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo con ISEE inferiore a 8.500 euro; 20% delle somme dovute a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo con ISEE compreso tra gli 8.500,01 e i 12.500 euro; 35%delle somme dovute a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione a ruolo con ISEE da 12.500,01 a 20.000 euro.

A tali importi sono da aggiungere, inoltre, le somme maturate a favore dell’Agente della riscossione a titolo di aggio e spese per procedure esecutive e diritti di notifica.

 

Come riporta una nota dell’Agenzia, il provvedimento riguarda i debiti intestati esclusivamente a persone fisiche, risultanti dai singoli carichi affidati all'Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 derivanti dagli omessi versamenti dovuti in autoliquidazione in base alle dichiarazioni annuali quindi l’imposta sui redditi, e quelli derivanti dai contributi previdenziali dovuti dagli iscritti alle casse professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi Inps.

Ulteriori informazioni e il modello per aderire al “saldo e stralcio” sono reperibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Avv. Marcella Coccanari