Catalogna, Puigdemont ritira la candidatura a presidente del nuovo governo?

Catalogna, Puigdemont ritira la candidatura a presidente del nuovo governo?

Una trasmissione di Telecinco ha mostrato, in esclusiva, i messaggi che via telefono Carles Puigdemont ha inviato ad Antoni Comín Oliveres, ministro della Salute del governo catalano nella scorsa legislatura.

In base a quanto vi è riportato, dopo la sospensione della seduta del Parlamento da parte del presidente Torrent, Puigdemont avrebbe deciso di rinunciare alla propria candidatura a presidente.

Carles Puigdemont, inoltre, avrebbe pensato anche alle dimissioni, in modo che la rinuncia al seggio possa aumentare le probabilità che Junqueras, Forn e Jordis vengano così scarcerati. Infine, l'ex presidente catalano avrebbe poi detto di avere l'intenzione di dedicarsi, nell'immediato, a tutelare la propria immagine e la propria reputazione da calunnie, dicerie, bugie... insomma, da ogni genere di attacco che ha ricevuto negli ultimi due anni.

Non è chiaro come questa conversazione riservata - anche se, per la precisione, i messaggi sono solo di Puigdemont e non ci sono repliche da parte di Comín - sia venuta in possesso di Telecinco, in ogni caso è stata successivamente confermata da entrambi i protagonisti.

Via twitter, Puigdemont ha però dato l'impressione di aver cambiato idea e di voler continuare a combattere per essere nominato presidente del nuovo governo, classificando il dialogo con Comín come un momento di debolezza: "Sono il presidente e non mi tirerò indietro per rispetto, gratitudine e impegno verso i cittadini e verso il paese. Continuiamo!"


E per quanto accadrà nei prossimi giorni, o forse nelle prossime ore, bisognerà attendere anche quelle che saranno le indicazioni di ERC, il partito di Roger Torrent, che insieme a JxCat, il partito di Puigdemont, consente agli indipendentisti di avere la maggioranza dei seggi in Parlamento.

Per il momento Puigdemont è ancora il candidato presidente ma, come ha ricordato uno dei dirigenti di ERC, Teresa Jordà, il candidato non può continuare ad essere simbolico, ma deve anche essere reale!

Marco Cantone
Categoria Esteri
Attendere...