Qualcomm ottiene che l'iPhone in Cina sia messo al bando, ma continuerà ad essere venduto con l'iOS 12

Qualcomm ottiene che l'iPhone in Cina sia messo al bando, ma continuerà ad essere venduto con l'iOS 12

Qualcomm, questo lunedì, ha dichiarato di aver ottenuto da un tribunale cinese un'ingiunzione che vieta l'importazione e la vendita in Cina di numerosi modelli di iPhone, a causa di violazioni dei brevetti.

La decisione del tribunale interessa qualsiasi modello di iPhone prodotto da Apple a partire dal 6S fino all'iPhone X (iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X). Qualcomm, il più grande fornitore di chip per telefoni cellulari, ha iniziato la causa alla fine del 2017.

La sentenza è stata emessa dal Tribunale intermedio del popolo di Fuzhou, lo stesso che all'inizio di quest'anno ha vietato l'importazione in Cina di alcuni chip prodotti da Micron Technology.

Secondo la sentenza, Apple avrebbe violato due dei brevetti software di Qualcomm relativi al ridimensionamento delle fotografie e alla gestione delle applicazioni su touch screen.

In una dichiarazione, Apple ha detto che i suoi iPhone continueranno ad essere venduti in Cina, utilizzando una nuova versione del proprio sistema operativo, iOS 12.

In base a quanto dichiarato da Qualcomm, Apple beneficerebbe di brevetti di proprietà dell'azienda cinese, rifiutandosi di pagare i diritti.

Di tutt'altro avviso Apple che in una nota ha dichiarato che "lo sforzo di Qualcomm di mettere al bando i nostri prodotti è un'altra mossa disperata da parte di una società le cui pratiche illegali sono sotto inchiesta da parte delle autorità di regolamentazione di tutto il mondo".

Attendere...