ANSBACH - ANCORA LA LUNGA MANO DELL'ISIS

ANSBACH - ANCORA LA LUNGA MANO DELL'ISIS

Un concerto all'aperto, come di questa stagione ce ne sono a migliaia. Un considerevole numero di spettatori che vi assiste, e che magari ha programmato da tempo una serata che dovrebbe svolgersi all'insegna della serenità.

Un uomo con indosso uno zaino, che molto probabilmente ha intenzione di lasciare all'interno dell'area dove i 2.500 spettatori sono già accalcati e aspettano di godersi lo spettacolo.

Un uomo che non riesce ad entrare, e quindi cambia piano e si fa esplodere, ferendo 15 persone di cui 4 in modo grave.

In Germania dal 2014, già oggetto di foglio di via, in cura per disturbi psichiatrici, l'attentatore (siriano il cui nome sarebbe Mohammed Delel) sembra abbia lasciato video deliranti contro la Germania, accusata di voler distruggere l'Islam; nel centro di accoglienza per rifugiati dove viveva, gli inquirenti hanno rinvenuto materiale idoneo alla fabbricazione, seppur rudimentale, di ordigni esplisivi. Addosso al cadavere dell'attentatore è stato rinvenuto parecchio denaro contante (come mai ne avesse così tanto sarebbe interessante chiarirlo....), l'uomo inoltre presentava diverse ferite da guerra e necrosi alle gambe ed ai piedi, che hanno indotto gli inquirenti a ritenere che molto probabilmente sia stato un soldato ed in ogni caso persona che sa bene come agire per uccidere, anche da solo.

L'agenzia dello Stato islamico Aamaq lo definisce "martire caduto mentre conduce l'operazione per colpire i paesi della coalizione che combattono lo stato islamico".

Dove sono i rappresentanti degli Stati che da una parte condannano e dall'altra proteggono che rifornisce questa setta squilibrata di armi e di denaro?

Perchè non vanno a chiedere come stanno i feriti? Di quanti miliardi di dollari o di euro stiamo parlando?
Vorrei saperlo, per dare almeno un valore, se mai sia possibile, alla vita.

catiadag
nella categoria Esteri
Attendere...