Da sabato 8 giugno in radio si inizia anche a parlare in latino

Da sabato 8 giugno in radio si inizia anche a parlare in latino

Come verrebbe definita in latino la principale attività di Chiara Ferragni? Concitatrix. Ed invece i mondiali di calcio? Certaminibus mundialibus sphaeromachiae. E non ci sono problemi neppure per descrivere una tagliatella, oblonga pasta segmentata, o il panettone, mediolanensis placentae.

Anche Salvini non verrebbe deluso nel caso ci sia da descrivere la xenofobia, exterarum gentium odium. E addirittura un ufologo, rerum inexplicatarum volantium studiosus, può avere riscontro in una lingua che, a quanto pare, non è affatto morta, dato che può facilmente descrivere anche un attentatore suicida definendolo voluntarius suis interromptor.

Della riscoperta del latino si parlerà su Radio Vaticana Italia nella trasmissione "Anima Latina" che seguirà e supporterà un'altra iniziativa dell'emittente vaticana, l'Hebdomada Papae, notitiae vaticanae latine redditae (La settimana del Papa, notiziario vaticano in lingua latina), il nuovo notiziario radiofonico in latino, curato da Alessandro De Carolis, che andrà in onda ogni sabato sui canali della Radio Vaticana (per l'Italia) alle ore 12.32 e in replica domenica alle 17.30 e verrà diffuso anche in formato podcast attraverso il portale Vatican News, accompagnato da un articolo contenente la traduzione dei testi.

Il nuovo appuntamento di Radio Vaticana avrà cadenza settimanale, durerà 5 minuti e si occuperà dell'attività del Papa e della Santa Sede.

Così lo ha descritto Andrea Tornielli, direttore editoriale del Dicastero per la Comunicazione: «Sarà un vero e proprio radiogiornale, con servizi e notizie. Non lo abbiamo pensato come uno sguardo nostalgico al passato, ma come una sfida verso il futuro.

Con questo nuovo appuntamento settimanale vogliamo far rivivere anche nelle news la lingua ufficiale della Chiesa cattolica, che già quotidianamente risuona dalle frequenze di Radio Vaticana durante la messa trasmessa alla mattina».

Oltretutto, questa potrebbe essere l'occasione per ricordare e far sapere anche ai più distratti che molte delle parole che oggi sono di uso comune sono parole latine, come ad esempio media, per non parlare di quelle che vengono utilizzate in settori specifici, come ad esempio in quello legale e in quello medico... un'occasione per aprire la mente, per migliorare se stessi ed anche il mondo in cui viviamo.


Attendere...