Venerdì 25 Marzo 2022 si è tenuta, presso la Biblioteca di Rignano Flaminio, la prima lezione del Corso gratuito di Scacchi, promosso dalla Proloco, dal Club Flaminium Sport con il patrocinio del Comune. Un’importante iniziativa socio culturale di grande valore intellettuale.

Sala piena, quella della Biblioteca di Rignano Flaminio in occasione della presentazione del Corso di Scacchi.  L’evento ha richiamato l'interesse di bambini, giovani e meno giovani ma soprattutto di tante donne. Tutti pronti a dare lo "scacco matto" al Covid nel riprendere le attività interpersonali e collettive,  dopo il lungo periodo di restrizione sociale."Creare comunità, contatti e dare luogo alle relazioni promuovendo un’attività  formativa che per di più aiuta e coltivare la razionalità, in un momento internazionale dove la razionalità sembra essere un bene non sempre promosso". Sono state le parole della consigliera comunale Raffaella Rojatti, delegata alla cultura che, in rappresentanza dell'Istituzione patrocinante, ha portato i saluti.

In questa prima lezione, i docenti istruttore fsi  Viorel Clatea, istruttore fsi  Roberto Mariotti e Fabio Facciaroni hanno introdotto gli Scacchi nella sua dimensione storica evidenziando come esso sia un gioco che accompagna l’evoluzione dei nostri popoli. I riferimenti allo scacchiere della politica internazionale non sono mancati: l'attuale guerra Russo-Ucraina ha comportato tra le altre cose, la sospensione del gran maestro russo Sergey Karjakin dalla Federazione Internazionale di Scacchi. 

Si è passati quindi al vivo della lezione, con la spiegazione dei nomi dei pezzi che compongono il gioco e dei loro movimenti sullo scacchiere. La partecipazione dei presenti non è mancata con la formulazione di domande, commenti e annotazioni di taccuino. Il desiderio di imparare si percepiva nell’ambiente.

Nato in oriente, fra l’India e Cina, gli Scacchi sono arrivati in Spagna attraverso gli Arabi in età medioevale. Molti lo considerano un gioco, altri uno sport, altri ancora una disciplina. Sta di fatto che “gli Scacchi” è il Principe fra giochi di strategia e di tattica ove si impara a ragionare in termini di costo/beneficio per vincere l’avversario. Sono due gli eserciti medioevali che si affrontano, Bianchi contro Neri, con l’ obiettivo di fare scacco matto al Re avversario. Uno spazio delimitato "la scacchiera", regole di movimento ben precise, il tempo di gioco stabilito e un codice etico fra i duellanti sono i perimetri di gioco ove per vincere, riprendendo Macchivelli, si deve essere “Volpe e Lione”.