Assegnati i premi della seconda edizione del concorso “Il Borgo più bello d'Italia in uno scatto”.

Prima classificata è stata la foto di Sebastiano Bellomo di Campofelice di Roccella dal titolo "Il Borgo in Festa" che ritrae la piazza Duomo a conclusione di una cerimonia con una composizione narrativa che valorizza il paese e la sua gente. 

La seconda foto premiata è di Petralia Tiziana Filomena di Pedara (Ct) che nel suo scatto ha colto un momento di vita nel borgo in tempo di covid; da qui il titolo: "Dietro quella silente mascherina, la religiosa eleganza di una speranza”. 

Lo scatto scelto per il terzo posto è stato quello di Melisa Musaka di Petralia Soprana dal titolo "Il giorno si spegne…accendi i tuoi sogni". Una foto scattata all’imbrunire che ritrae un vicolo del Borgo più bello d’Italia illuminato dalla luce di un lampione che spezza le tenebre e accende la fantasia, i sogni e la speranza nel nuovo giorno. 

Le foto sono state selezionate tra i 38 scatti che sono stati proposti dai 15 partecipanti provenienti da varie parti della Sicilia. La giuria era presieduta da Leonardo Alleri, Piera Messineo e dal fotoreporter Vincenzo Aluia di Terrasini che già a Petralia Soprana ha curato la pubblicazione fotografica su Frate Umile Pintorno 

La premiazione è avvenuta nella sala consiliare del comune alla presenza della giuria, del sindaco Pietro Macaluso e dell’Ing. Michele Simili dell’Italkali. Dopo avere visto tutte le foto ammesse al concorso, sulle note dell’inno di Petralia Soprana, è arrivato il momento di conoscere le tre vincenti alle quali è andato un premio in denaro. (700-500-300)

Non sono mancate le motivazioni per le scelte spiegate da Vincenzo Aluia che, per ogni foto, ha messo in evidenza varie peculiarità e caratteristiche legate allo stile, alla luce, alla tecnica di scatto, allo studio della foto e al tema. Il concorso, “Il Borgo più bello d'Italia in uno scatto”, infatti, invitava a raccontare attraverso immagini il territorio di Petralia Soprana, mettendo insieme le bellezze del paesaggio dell'arte e della tradizione. 

“Per Petralia Soprana – ha detto il sindaco Pietro Macaluso – questo concorso rappresenta anche una occasione per conservare le immagini nel tempo all’interno di una fototeca comunale che prossimamente potrà diventare un museo fotografico e soprattutto un archivio fotografico e una banca dati in grado di “raccontare” la storia del paese madonita attraverso le immagini”.

Una idea e un obiettivo di grande valenza culturale sottolineato dal fotografo Vincenzo Aluia che ha evidenziato l’importanza della foto che in questo caso va intesa come un documento che nel tempo sarà memoria e storia di Petralia Soprana. 

Ai premiati sono arrivati anche gli auguri del Presidente del Consiglio Leo Agnello che ha ringraziato i partecipanti e la società Italkali, nella persona dell’Ing. Michele Simili, che ha condiviso questo progetto legato alla valorizzazione delle bellezze di Petralia Soprana.

Come prevede il bando del concorso le foto saranno tutte utilizzate per promuovere il Borgo più bello d’Italia e faranno da cornice alle varie iniziative di promozione turistica programmate dall’amministrazione comunale.